Vigili del fuoco salvano un cane con la testa bloccata… in una ruota

Spesso i pompieri devono affrontare dei salvataggi creativi e bizzarri di animali: oltre al classico cane o gatto in cima ad un albero, di recente si trovano in situazioni in cui gli animali sono incastrati in tubi, muri o vari di fiori. Nella storia che stiamo per raccontarvi, accaduta ad Indianapolis, il protagonista è un cane incastrati nella ruota di una macchina d’epoca.

 

firefighters_rescued_the_dog_02

Come ci sarà finito lì? È tutt’ora un mistero, ma ci auguriamo che non si tratti di un caso di violenza sugli animali; se così fosse, gli aguzzini si meriterebbero la prigione.

 

firefighters_rescued_the_dog_03

Questo cane è dunque stato ritrovato con la testa infilata dentro l’ingranaggio di una ruota di una macchina fortunatamente già smantellata. Ancora più fortunatamente, l’Indianapolis Fire Department non si è fatto problemi ad accorrere sul posto per liberare il povero cane da questa situazione più che scomoda.

firefighters_rescued_the_dog_04

Tuttavia il lavoro da fare è stato lungo e faticoso, e c’è voluta una buona dose di perseveranza. Dobbiamo ricordarci che il lavoro che questi ragazzi fanno quotidianamente è duro e andrebbero premiati per la loro costanza. Vediamo come si è svolta la liberazione di questo cane.

firefighters_rescued_the_dog_06

Innanzitutto, è stato necessario verificare come e quanto il cane fosse incastrato all’interno della ruota: purtroppo per lui, sarebbe stato molto difficile farlo uscire all’incontrario, perché si sarebbe potuto ferire con movimenti bruschi o, addirittura, soffocare.

firefighters_rescued_the_dog_14

Perciò si è pensato di giocare tutte le proprie carte: grazie agli strumenti del mestiere, i pompieri hanno prima rimosso lo pneumatico, e poi tagliato la lamiera di metallo che avvolgeva il muso del povero cane.

firefighters_rescued_the_dog_18

Con molta fatica, il cane è stato estratto da quella sorta di gabbia, e tranquillizzato all’istante. Subito si è potuto rifocillare con tanta acqua fresca e gustose crocchette. Insomma, tutto è bene ciò che finisce bene: speriamo che, dopo questa esperienza, non si cacci più in altri guai!

Fonte: puppytoob.com

Lascia un commento