Un giovane che ha perso i genitori e la fidanzata sotto le macerie di Amatrice implora i soccorritori: “Salvate almeno il mio cane”

Nel dramma del terremoto succede di tutto… atti di eroismo, storie a lieto fine e racconti di atti di generosità. In questo caso vogliamo raccontarvi una storia che noi ci ha molto commosso.  Durante quella notte, quando il boato ha interrotto il silenzio della notte e ha fatto tremare la terra, quasi tutti dormivano nelle loro case.

Sono stati presi all’improvviso e tantissimi sono rimasti sepolti vivi sotto le macerie. Tra questi anche un ragazzo di nome Claudio. Il suo cognome non lo conosciamo m non ha nemmeno importanza. Si trovava a casa dei genitori insieme alla sua fidanzata e al suo cane, un bellissimo volpino.

Bisogna ricordare che Amatrice è un borgo bellissimo ma che, durante l’anno, ha pochi abitanti. Durante le feste d’agosto, complice anche la sagra del paese, Amatrice si riempie di gente. Quest’anno la Sagra Degli Spaghetti All’amatriciana si sarebbe dovuta svolgere dal 27 al 28 d’agosto e, per questa ragione, il paese era gremito di persone rientrate per festeggiare insieme ai familiari e di turisti alla scoperta delle tradizioni locali.

Tra questi c’era anche Claudio. Quella notte ha perso i genitori e la fidanzata. Lui stesso è rimasto intrappolato tra le macerie. Sapeva di averli persi e, tra le lacrime e in stato di shock, ha cominciato ad implorare i suoi soccorritori di salvare almeno il suo cane, l’amato volpino.

201301131005-400sq-883915-118

 

L’ha fatto mentre lo estraevano da sotto le macerie, mentre veniva trasportato per raggiungere i mezzi di soccorso, fermando chiunque incontrasse e anche una volta salito nell’ambulanza. Gridava disperato: “Ho perso tutto. Salvate almeno il mio cane, salvatelo”.  

Qualcuno afferma, ma questo non è stato ancora confermato ed è difficile avere conferme per queste cose in questi momenti così concitati, di aver visto il volpino di Claudio tra le bracia di un vicino. Noi ci auguriamo con tutto il cuore che sia vero… perché siamo sicuri che il suo cane gli darà il sostegno psicologico necessario per superare questi momenti così difficili!

Fonte: lastampa.it

Lascia un commento