Migliaia di api si erano accanite sul suo corpo i suoi umani non l’hanno più voluto. La storia di un sopravvissuto all’inferno

Qualsiasi animale abbandonato ci fa stringere il cuore. Il fatto di vedere un cane, gatto o un qualsiasi altro pelosetto che perde i suoi affetti, i suoi punti di riferimento, fa tanto male a chi ha li ama. Ma quando ad essere abbandonato è un animale che ha urgente bisogno di  aiuto, il fatto è ancora più imperdonabile.

Ed è esattamente questo quello che è successo in Michigan. Tutto è cominciato quando un cucciolo meticcio di pitbull ha fatto un incontro ravvicinato con uno sciame di api inferocite. Gli insetti l’hanno punto dappertutto, provocandogli una forte reazione allergica.

Di regola, i cani senza allergie si gonfiano e sentono dolore quando vengono punti dalle api. Il corpo di questo cane, però, ha reagito in modo diverso. Si sono formate delle piaghe su tutto il suo corpo e i suoi proprietari lo hanno portato dal veterinario, dove gli è stato somministrato un antibiotico. Ma il cane si è dimostrato ad essere allergico anche all’antibiotico, purtroppo.

E questo, apparentemente, è stato troppo da sopportare per i suoi umani. Hanno deciso di abbandonare il cucciolo di 10 mesi dal veterinario!

In molti casi, i cani come lui sarebbero stati sottoposti a eutanasia ma una donna ha deciso di intervenire.

Carri Shipala è la fondatrice dell’associazione LuvnPupz, che si occupa dei cani abbandonati e trova loro una nuova casa. E Shipala non si è tirata indietro nemmeno in questo caso.

Il cucciolo è stato chiamato Stinger ed è ospite nel rifugio gestito dall’associazione LuvnPupz aspettando di trovare una casa per sempre.

Shipala spera tanto che Stinger guarisca e trovi una famiglia tutta per lui.

Se volete potete vedere anche il video di Stinger che l’associazione ha pubblicato su Youtube. Abbiamo deciso di farvi raccontare la storia di Stinger per farvi capire che non è mai troppo tardi e che nessun caso è così grave da decidere di non intervenire. Anche se provate ad aiutare e le cose vanno male, potrete sempre dire di aver provato e fallito. Se non provate, però dovrete vivere con il rimorso di non essere intervenuti e, si sa, sono meglio i rimorsi che i rimpianti!

Fonte: heroviral.com

Lascia un commento