Dormiva accanto a un peluche e la sua foto ha fatto il giro del mondo, diventando il simbolo dell’abbandono. Ecco come potete aiutare i cani come lui 

Questa foto è stata scattata da un fotografo volontario che cercava di documentare la situazione dei cani di strada.   Questa è un immagine straziante e dolorosa. È l’immagine dell’abbandono e della solitudine, di chi non sogna più e di chi non spera più in un futuro migliore!

 

b57f8a666744e1c9e70c3dce45427ecf

Attualmente non si sa nulla di questo cane. Non si sa se è stato adottato o vaga ancora sulle strade o, peggio, se ha perso la vita.  Il volontario che l’ha fotografato ha scritto questo:

Immagine

Ogni giorno cani come lui finiscono sotto le  ruote delle macchine, muoiono avvelenati o sono presi e usati per addestrare i cani da combattimento. Altri, invece, sono maltrattati per “divertimento” da gente senza scrupoli e senza cuore.

c160feaef262c48cd94315e3010188f1

Quante volte non siamo passati accanto a cani randagi senza pensare di fare realmente qualcosa per loro? Ognuno di noi ha i suoi problemi… prendersi cura di un animale è un impegno e, a volte, non ce la sentiamo di portare nella propria casa un cane o un gatto abbandonato. Ma anche se non si può adottare un animale, ci sono altre cose che potrebbero aiutarlo. I volontari, spesso, devono fare delle scelte dolorose: salvare uno e lasciare in strada un altro. Come ben sapete gli stalli sono difficili da trovare e i rifugi sono sovraffollati. In questi casi i volontari possono solo dare loro qualcosa da mangiare e accarezzarli. La situazione potrebbe migliorare solo con una campagna pro sterilizzazione e un’altra di sensibilizzazione contro gli abbandoni.

FILE - In a May 17, 2013, file picture, a street dog sits in a cardboard box, in Bucharest, Romania. The stray dog population of the Romanian capital is around 64 thousand according to city hall sources. The Matei Bals hospital for infectious diseases says it has treated 9,760 people for dogs bites this year, of which a quarter were children. It was the death of the 4-year-old boy that sparked a new debate over killing strays. (AP Photo/Vadim Ghirda, File)

In più bisognerebbe insegnare ai bambini nelle scuole che gli animali dovrebbero essere rispettati. Solo così, il futuro sarà migliore per noi e per i nostri amici a quattro zampe. Loro sono esseri viventi con dei sentimenti, non giocattoli vecchi che possiamo buttare via quando non li vogliamo più!

Se avete un po’ di spazio nella vostra casa e nel vostro cuore, non esitate a offrire ospitalità, a un animale abbandonato. Se non potete adottare, offrite stallo. A voi non cambierà nulla ma a loro cambierà la vita!

Lascia un commento