Un bambino che soffre della sindrome di Williams viene messo nel recinto di un cavallo. L’animale capisce subito che si tratta di un bimbo speciale e il suo modo di agire vi lascerà a bocca aperta…

E’ sicuro che chiunque guardi questo filmato fino alla fine, ne uscirà commosso. E’ l’ennesima dimostrazione di quanto gli animali possano essere sensibili, empatici e pazienti, più della maggior parte degli esseri umani. Se anche solo il 50 % delle persone avesse le qualità che si possono riconoscere in molti animali, certamente il mondo non andrebbe a rotoli come sta già succedendo. Loro capiscono molto più di noi determinate situazioni e vedono cose che noi non sempre riusciamo a vedere.

Questo video è stato girato da una donna che lavora con i cavalli da 15 anni e conosce bene questi animali. La donna però ha avuto un bellissimo bambino che purtroppo è affetto dalla sindrome di Williams. Questa sindrome è una malattia abbastanza rara ed è genetica. Causa il ritardo mentale, ma anche se il bimbo ne è affetto, ha un carattere molto estroverso e socializza molto facilmente. La donna decide di far conoscere a suo figlio, il cavallo più tranquillo che lei accudisce e comincia a riprendere la scena. La reazione del cavallo è veramente bellissima anche se forse la può comprendere solo chi riesce a capire gli animali. Questi ultimi in  realtà sono molto chiari, è come se parlassero ma l’uomo che non osserva non li capirà mai.

Il cavallo capisce praticamente da subito che il bambino è un essere umano molto speciale. L’animale si avvicina lentamente al bambino, con estrema cautela e come se percepisse la situazione, asseconda la curiosità del bimbo permettendogli anche di abbracciarlo. Nel vedere le immagini, sembra che il cavallo si senta un po’ a disaggio dato che evita il contatto visivo con il piccolo, ma rimane ugualmente immobile per tutto il tempo che il bimbo gli resta abbracciato alla zampa. Poco dopo però appena il bimbo si allontana, il cavallo gli si avvicina di nuovo dolcemente e con calma. Di seguito le riprese dei due nuovi amici, giudicate voi se non sono bellissimi.