Terremoto: salvato a 97 anni, il suo cane non lo lascia e l’ immagine rubata commuove tutto il paese

Amatrice, Pescara del Tronto , Accumoli sono le zone rase al suolo dal terremoto. Tantissime le immagini di questa tragedia che segneranno inevitabilmente tutti noi. In un letto di fortuna, messo per queste persone che non hanno più niente, c’è lui, Antonio Putini, 97 anni. Sistemato in una palestra, sfollato e con il cuore a pezzi. Molti di loro non hanno più niente, apprendono di ora in ora il ritrovamento dei loro cari, purtroppo non sempre sono vivi.

La furia devastante del terremoto ha portato via la sua casa. Qualcuno però è accanto a lui, non si muove da quel lettino, scruta chiunque si avvicini al suo anziano padrone. È cane di razza maltese, con tanto di guinzaglio penzolante, non serve legarlo, lui non lascerà il suo amico anziano. Hanno detto i volontari che non è mai sceso da quel giaciglio. Ogni tanto, il signor Antonio allunga la mano con fatica, vuole sentire il suo amico peloso, non arriva a toccarlo e il maltese si avvicina fino ad arrivare a cogliere quella preziosa carezza.

Si fanno forza l’uno con l’altro. Dovranno uscire da questo incubo in cui sono piombati. A 97 anni non sarà facile, sono davvero tanti per pensare a un domani, quanti perchè Antonio si starà chiedendo. Quanto avranno visto gli occhi di quest’uomo? Quanto il cuore avrà già sofferto? Il dramma che si sta vivendo è indescrivibile, si scava, si scava e si scava ancora….

Lui rimane lì, il cane non lo lascerà perché i nostri amici pelosi non ci lasciano mai…Condividete questa storia con i vostri amici, un dolce sorriso forse lo strapperà o magari una lacrima.

 

Lascia un commento