“Sentivo Uno Strano Rumore Provenire Dal Mio Mezzo, Ho Dovuto Smontarlo Tutto Per Capire Cos’ Era”

Il protagonista di questa storia è un piccolo gattino sopravvissuto a un lunghissimo viaggio di trecento miglia. Si era nascosto nell’auto di un pilota di elicotteri della Royal Navy,  la marina militare delle forze armate britanniche.

Il pilota ricopre la carica di tenente della marina e il suo nome è Nick Grimmer. Quel giorno stava ripartendo dalla sua città, dopo un fine settimana in famiglia, per tornare alla base che distava trecento miglia. Al suo arrivo parcheggiò l’auto, come era solito fare, nel parcheggio a lui riservato. Ma quando scese dalla vettura udii dei strani rumori provenienti dal paraurti posteriore della sua macchina. Così provò ad aprire il cofano per vedere cosa fosse.

“Ho guardato nel bagagliaio, sotto il cofano, sopra e sotto ogni cosa all’interno di esso ma non sono riuscito a capire da dove proveniva il rumore, lì non c’era nulla” ha detto il Sign. Nick. “A quel punto, non sapendo cosa fare, ho chiamato alcuni dei miei colleghi della marina. Mi hanno aiutato nella ricerca smontando il mio orgoglio, la mia amata BMW. Alla fine, togliendo il paraurti posteriore abbiamo trovato il colpevole! Se ne stava lì tutto rannicchiato e ci guardava con quei suoi bellissimi occhi. Non ne avevo mai visto uno così bello. Era un gattino tigrato bianco e grigio” prosegue.

Ma nick doveva andare a lavorare e non poteva lasciarlo lì, così decise di portarlo con se. E quale posto migliore per un bel riposino di un casco di un pilota?

Arrivati in caserma il gattino conquistò tutti, furono così colpiti da lui che decisero di adottarlo! “Siamo davvero felici di adottare Tigger, bel nome vero? è quello che abbiamo scelto per lui. Sarà la nostra mascotte, d’altronde è una tradizione per le unità della Royal Navy avere un gatto” queste le parole del comandante Brendan Spoors.

Ma con gesto nobile, il team vuole assicurasi prima che Tigger non appartenga a nessuno lanciando un appello su internet. “Ho incaricato i miei ragazzi di effettuare “L’Operazione Gatto Tigre” attraverso l’aiuto dei social network e speriamo di concludere la missione entro la fine di questa settimana” confida il comandante.

Finalmente questa mattina riceviamo il loro primo aggiornamento dalla loro pagina facebook:

https://www.facebook.com/rnasculdrose/photos/pcb.1609601966022800/1609600796022917/?type=3

“Operazione  Gatto Tigre….Miao! Le tigri volanti di Culdrose partono per una missione di salvataggio con una differenza. Hanno nelle mani la vita di un piccolo gattino… o di un casco volante dovremmo dire! Il nostro “tigrotto a strisce” è stato scoperto dal pilota 814 della NAS dietro il paraurti della sua auto, dopo aver viaggiato quasi mezzo paese. La squadra è ora in missione per riunire Tigger con i suoi veri umani.”

Un gesto meraviglioso che non si vede tutti i giorni. Vi auguriamo ragazzi di concludere la missione al più presto! Di seguito un video in appello agli umani di Tigger, condividiamolo il più possibile per aiutare questi eroi!