Remy era agitata. Cercava di dirmi qualcosa. L’ho pure sgridata perché non si stava ferma e avevo paura che si facesse male. Poi, quando ha cominciato ad abbaiare più forte mi sono girato e ho capito tutto: stavo per morire e Remy l’aveva capito!

Quello che stiamo per raccontarvi sembra il trama di un film d’azione invece si tratta di un episodio reale, che ha avuto, fortunatamente, un lieto fine.

Tutto è avvenuto pochi giorni fa vicino a Helensburgh, a sud di Sydney, Australia. Erano le 15.30 circa e le macchine sfrecciavano a grande velocità sull’autostrada Princes quando una Toyota Prada, per cause ancora da accertare, si è fermata all’improvviso. In pochi secondi si è scatenato l’inferno.

La macchina ha preso fuoco e le fiamme l’hanno avvolta nel giro di pochi minuti. Al suo interno c’era un uomo, Scott Boyle e la sua cagnolina Remy, una kelpie marrone. L’uomo ha raccontato che, mentre guidava, ha sentito odore di bruciato e ha notato che la macchina si era riempita di fumo.

Ha guardato dietro dove c’era la sua cagnolina che si stava agitando e ha capito che non c’era tempo da perdere. Ha preso lei, la borsa con i documenti ed è uscito dalla macchina di corsa. La sua velocità nell’agire appena si è accorto del fumo ha salvato, probabilmente, la sua vita e quella della sua cagnolina.

Scott racconta:

“Sentivo il fumo… Remy era agitata da un po’… abbaiava e si muoveva continuamente. L’avevo anche rimproverata. Poi, quando ho visto che c’era tutto quel fumo ho deciso di fermarmi e scappare. Ho preso Remy, la borsa e sono uscito dalla macchina. Poco dopo… l’inferno!”

Sul posto sono intervenuti i pompieri e gli agenti del dipartimento di polizia locale che cercheranno di capire cosa sia successo quel giorno. L’uomo è felice di essere vivo e di avere ancora con lui la cagnolina che ama tantissimo. Lei ha provato in tutti i modi ad avvisarlo… forse, se avesse dato retta a Remy e si sarebbe fermato prima per controllare, le cose sarebbero andate diversamente.

La cosa importante, però, è che entrambi sono usciti vivi da questa brutta avventura.

Lascia un commento