“Rannicchiato in una cassetta della frutta come fosse un rifiuto: arti atrofizzati, visibilmente malato e denutrito”… così è stato trovato Mariano pochi giorni dopo Natale…

“Ci sono voluti tanti mesi d’indifferenza e incuria per ridurre un cane in quelle condizioni.” Le parole dei volontari che si prendono cura di Mariano ci fanno capire com’era ridotto questo povero cane trovato giovedì 29 dicembre 2017, in una traversa della strada che collega Lecce a Torre Chianca.

Il cane, chiamato Mariano in onore della ragazza che lo ha avvistato e tratto in salvo, potrebbe avere circa 4 o 5 anni ma le sue condizioni di salute sono pessime. A giudicare da come era ridotto, era stato ignorato per mesi dai suoi proprietari che poi lo hanno abbandonato. Probabilmente, se non fosse stato visto e salvato, non sarebbe sopravvissuto per più di qualche giorno.

Era malato, gravemente denutrito e disidratato e aveva gli arti completamente atrofizzati. Era un ammasso di peli sporchi di urina e di feci che non riusciva nemmeno a reggersi sulle proprie gambe. Adesso Mariano si trova nel canile sanitario di Lecce e di lui si occupano i volontari dell’associazione la Nuova Lara.

È stato lavato, pulito, spazzolato e ha riacquistato un aspetto dignitoso. Sta mangiando e si sta riprendendo dopo il lungo periodo di digiuno.

Floriana Catanzaro, il vicepresidente della Nuova Lara, ha dichiarato che cercano per lui una casa e una famiglia perché Mariano ha sofferto parecchio e ha tanto bisogno di essere amato. Chi se la sente di prendere questo impegno e promette di amare e rispettare Mariano fino alla fine dei suoi giorni… può contattare il Canile Sanitario di Lecce. La struttura è aperta tutti i giorni tranne la domenica.

Non permettiamo che questo bel cagnolone rimanga all’interno del canile. Ha già sofferto abbastanza e ha tutta la vita davanti a se. Con le cure giuste e con tanto amore si rimetterà in piedi e saprà ringraziarvi a modo suo: con amore, lealtà e fedeltà. Dimostriamoli che il mondo non è così brutto come lui l’ha conosciuto…

Lascia un commento