Questa Coppia Non Riesce A Credere A Cosa Trova Dietro Il Finestrino Del Furgone

Questa storia ha inizio nel mese di aprile del 2015. Tess Dilouya e Morgan Lucas erano diretti verso la loro casa di Parigi. Erano vicini alla stazione della metropolitana Louis Blanc nel 10° arrondissement quando hanno notato un furgone con un cane Amstaff intrappolato all’interno. Il sole primaverile splendeva e il povero cane sembrava surriscaldato mentre stava disteso sul sedile anteriore.

Mentre si avvicinavano, si sono resi conto che il povero animale era chiuso ermeticamente dentro e non aveva né aria fresca né cibo e né acqua. La coppia ha subito capito che il cane era in pessime condizioni. Era in grado di alzarsi ma non ha reagito quando loro si sono avvicinati alla macchina. La testa e il corpo erano coperti di tagli e ferite.

Facebook_Wanted#Bons_Plans

La coppia rientrò a casa ma entrambi erano preoccupati per lui e, per questa ragione, hanno deciso di controllare un paio di volte nel corso della serata per vedere se qualcosa fosse cambiato. Ma il povero animale era ancora lì tutto solo. Attraverso una piccola apertura del finestrino sono riusciti a dargli un po’ di cibo ma non hanno potuto dargli l’acqua. Infine, hanno deciso di andare alla stazione di polizia più vicina e segnalare la situazione. Purtroppo, gli ufficiali non erano disposti ad agire senza l’approvazione dai loro superiori.

Facebook_Wanted#Bons_Plans

Poi Tess e Morgan hanno avuto un’idea. Hanno pubblicato una foto del cane nel gruppo Facebook “WANTED#bons plans“, con un messaggio che chiedeva ai 60.000 membri (di allora, perché adesso il gruppo conta più di 192000 membri) un consiglio su come risolvere la situazione. Il numero di risposte è stato impressionante. Anche i volontari di “Giapa“, un’organizzazione che aiuta gli animali maltrattati, sono stati tra quelli che hanno visto il post. Hanno immediatamente contattato le autorità e chiesto loro di intervenire e liberare il cane. Allo stesso tempo, decine di persone hanno chiamato le linee telefoniche della stazione di polizia dopo aver visto il post. Grazie a queste sollecitazioni, un gruppo di poliziotti è andato al furgone, ha forzato il finestrino e ha messo un guinzaglio al cane per testare la sua reazione.

Facebook_Wanted#Bons_Plans

Il povero animale in fin di vita è rimasto calmo e ha fatto un passo fuori dal furgone. È stato uno spettacolo terribile. Il suo corpo, nient’altro che pelle e ossa, era coperto di tagli e ferite. Il femore era rotto e lui era coperto di segni di morsi … Questo cucciolo era stato evidentemente vittima di gravi abusi e brutalità. E, a giudicare da quanto velocemente e quanto tempo ci ha messo per fare i suoi “bisogni” deve essere rimasto a lungo all’interno di quel furgone.

Facebook_Wanted#Bons_Plans

I soccorritori l’hanno chiamato “Wanted” (Ricercato). Dopo avergli fatto un po’ di coccole, l’hanno portato per la notte alla stazione di polizia prima di andare al rifugio Giapa

Facebook_LeChienWanted

Il cane aveva bisogno di tantissime cure mediche e per riuscire a pagarle, Tess e Morgan hanno iniziato una raccolta di fondi on-line, raccogliendo più di 6700$ in donazioni. I veterinari gli hanno dovuto amputare una gamba, per colpa della necrosi e delle infezioni ma gli hanno salvato la vita.

Facebook_LeChienWanted

Wanted ancora non trova casa e, se volete adottarlo dovete contattare Giapa o Philippe Toutenelle. Se non potete adottarlo ma volete comunque aiutarlo, potete condividere la sua storia e farla conoscere. Così facendo aumenterete le sue probabilità! 

Fonte: hefty.co

Lascia un commento