Ha visto una cagnolina che aspettava la sua fine al bordo della strada e ha fatto una telefonata che le ha salvato la vita 

Questa è una storia che ci ha fatto commuovere e, nello steso tempo, capire quanto conta il nostro intervento. Magari noi pensiamo che non possiamo fare molto per i cani randagi e, spesso, non prendiamo iniziative dicendo che non cambieremmo il mondo.

È vero… noi non siamo in grado di cambiare il mondo… ma possiamo cambiare il mondo di un cane. Intervenire è importante perché se tutti lo facessero, non ci sarebbero più vite perse inutilmente. Ma torniamo alla nostra storia.

Un uomo che possiamo chiamare un buon Samaritano si è imbattuto per caso in un povero cucciolo quasi svenuto su un marciapiede e decise di chiamare l’associazione Adopt-A-Bull e chiedere un aiuto.

I volontari di Adopt-A-Bull sono intervenuti anche se i loro fondi per questo tipo di salvataggi erano quasi finiti e non avevano più nessun posto disponibile. Hanno pensato che, una volta salvato il cane, i loro sostenitori li avrebbero aiutati. E così è stato.

This puppy was unconscious when a good Samaritan spotted her on the side of the road. He was completely shocked, but managed to call for help just in time.

Princess, questo è il nome che le hanno dato, è una cucciola di 15 mesi che pesava solo 18 chili al momento del ritrovamento. Oltre ai problemi di malnutrizione evidenti, era anemica e i suoi valori erano completamente sballati. Soffriva di un caso estremo rogna demodettica che, probabilmente, non essendo mai trattata è peggiorata nel tempo.

Ma i volontari di Adopt-A-Bull non si sono limitati solo a salvarla. Hanno iniziato un’indagine per capire chi fosse il responsabile della sua condizione. Infine, hanno rintracciato il proprietario che aveva acquistato Princess da un negozio di animali a Miami.

Lui ha spiegato che dopo averla acquistata si è accorto che soffriva di rogna demodettica (molto comune nei cuccioli provenienti da allevamenti illegali) e l’aveva riportata di nuovo al negozio di animali. I proprietari del negozio l’hanno riportata a chi l’aveva allevata. In questo caso, si trattava di una donna che aveva un allevamento intensivo. I volontari credono che sia stata questa donna a lasciare che le condizioni di Princess si deteriorassero fino a questo punto per poi abbandonarla.

All Princess needed was a little love and care. Within a matter of days, she gained back some strength and got some much-needed rest and food!

Ma ora la buona notizia: dopo appena due giorni di amore e di cura, le condizioni di Princess sono decisamente migliorate. Adesso la cagnolina si trova in stallo presso l’abitazione di una famiglia meravigliosa che le da tutto quello che le occorre: cibo, coccole, attenzione e, sopratutto, l’amore che ha da sempre meritato.

Fonte: littlethings.com

Lascia un commento