“Mio figlio non lo vuole più e l’ha lasciato morire di stenti nel suo giardino. Io vorrei farlo sopprimere, per non farlo più soffrire ma non me la sento di pagare la tassa di 200 dollari per l’eutanasia.” Con queste parole la donna voleva lavarsi la coscienza ma, fortunatamente, esistono ancora dei veri umani

La storia di Smokey, il cane abbandonato nel giardino sul retro di una casa, stava morendo lentamente di fame… fino a che una donna dimostrò di essere una vera e propria eroina mollando tutto per salvarlo dalla triste fine che rischiava di fare.

Darlene, la nostra eroina, si stava facendo fare la manicure dalla sua fidata nail artist, una donna che da anni fa miracoli sulle sue unghie. Ma il miracolo che accadde quel giorno fu diverso. L’estetista raccontò a Darlene che suo figlio non voleva più occuparsi del cane e che quindi si rifiutava di fornirgli cibo, acqua e un rifugio caldo…

Alla fine, l’estetista confessò che lei lo nutriva di nascosto; avrebbe voluto farlo sopprimere, per non farlo più soffrire, ma non se la sentiva di pagare la tassa di circa 200 dollari prevista per la crudele operazione. Così Darlene, amante degli animali, richiese una foto del povero Smokey.

Quello che vide la sconvolse: a detta sua, Smokey sembrava un cane uscito da un campo di concentramento, dall’aspetto emaciato e con le ossa ben in vista. Mollò tutto e si precipitò a casa dell’estetista, dove vide finalmente Smokey: il cane riusciva a malapena a camminare e faceva addirittura fatica a mangiare il cibo che la donna gli offriva.

Quando Smokey venne portato alla clinica per animali, venne nutrito ed idratato: il suo sistema circolatorio e la sua digestione erano completamente sballati, nulla funzionava più come doveva. Si stringe il cuore a pensare che un cane così bello, di razza pitbull, una razza possente e  forte, potesse essere ridotto in quello stato.

Con l’aiuto del Forte Animal Rescue, Smokey venne messo in lista per poter essere adottato, dopo aver ripreso completamente le forze e ora, a distanza di un anno dal suo salvataggio, può finalmente contare su una famiglia che lo ama come se fosse un vero e proprio figlio, nutrendolo e prendendosene cura come merita!

Lascia un commento