“Me lo avevano promesso, dovevano aiutarmi, era lì da solo, in balia della morte. Sono andato all’appuntamento ma l’unica cosa che c’era, era il mio pick-up… ma poi ho fatto il giro e… non lo dimenticherò mai…”

Questa storia ci racconta di un cane randagio che viveva solo, vagando per la strada, inconsapevole dei pericoli che lo circondavano e alla continua disperata ricerca di cibo. Un giorno come gli altri, cambiando tragitto, si è ritrovato all’interno di una base militare americana. Non appena i soldati hanno visto quel dolce e tenero musino, non appena hanno visto quanto fosse magro, lo hanno avvicinato e lo hanno accarezzato.

Dopo avergli dato qualcosa da mangiare, lo hanno battezzato Ollie ed è diventato, nel giro di pochissimi giorni, la mascotte della base. Ma tra tutti quegli umani, ce n’era uno in particolare per cui il cane randagio aveva un feeling speciale. Il suo nome era Ken Wyrsch e Ollie ha, fin da subito, instaurato con lui un’amicizia indescrivibile. Hanno trascorso, uno accanto all’altro, come due fedeli compagni, ogni giorno di servizio che Ken ha trascorso in Iraq.

“Ci aspettava alla base, era lì quando partivamo per una missione ed era ancora lì al nostro rientro”, hanno raccontato i soldati.

Ma arrivò quel triste giorno, in cui Ken sarebbe dovuto tornare a casa, al suo paese, in California. Il pensiero di lasciare Ollie lì, gli spezzava in due il cuore ma purtroppo l’unità doveva sciogliersi e lui non poteva fare nulla se non continuare a pensare al suo amico a 4 zampe, solo e triste, di nuovo, in una base vuota, mentre si domandava perché anche loro lo avessero abbandonato. Ma la cosa che più gli straziava l’anima, era la consapevolezza che non sarebbe mai sopravvissuto da solo in una zona così pericolosa. Ma come faceva a fare una cosa del genere? A continuare a vivere così?

Un suo amico gli consigliò di chiamare la SPAC internazionale, loro lo avrebbero aiutato a raccogliere i fondi necessari per portare Ollie nel suo paese. Ma nonostante le loro promesse, l’attesa fu lunga e alla fine inutile.. poi un giorno, il soldato è andato al deposito carichi dell’OFS per riprendere il suo pick-up. Ecco cos’è accaduto, Guardate:

Tutta quell’attesa per fargli una sorpresa meravigliosa. Il loro abbraccio ha emozionato il mondo e da quel giorno non si sono più separati. Una scena commovente, che merita di essere raccontata!

Lascia un commento