Lo avevano avvolto in un tappeto e abbandonato su un mucchio di rifiuti. È caccia al colpevole adesso

La sua foto sta facendo il giro del mondo e la polizia si è messa alla ricerca di chi ha abbandonato questo povero cane. Hanno chiesto la massima collaborazione ad alcune testate giornalistiche locali e ai siti che fanno informazione on line per trovare la persona o le persone che hanno fatto questo gesto ignobile nei confronti di questo cane.

Fochriw è un piccolo villaggio in Caerphilly County Borough, nel sud del Wales, Regno Unito. Venerdì scorso, una persona che faceva una passeggiata se n’è accorta che sopra un mucchio di rifiuti c’era qualcosa che si muoveva. Avvicinandosi ha scoperto con stupore che si trattava di un cane, un pastore tedesco di colore bianco, ancora vivo. L’avevano avvolto in una coperta e l’avevano lasciato, in fin di vita, su un mucchio di immondizia a spegnersi da solo.

Il povero animale era vivo ma in pessime condizioni.

The dog was found on a mountainside on Sunday.

È stato portato subito da un veterinario che, dopo averlo visitato, non ha dato grandi speranze a chi aveva cercato di strapparlo al suo triste destino. È rimasto in terapia intensiva per tutto l’weekend e il veterinario e tutti i membri della sua squadra hanno fatto di tutto per cercare di salvarlo. Purtroppo sono stati costretti a sopprimerlo Domenica, visto che non reagiva alle cure, che la sua situazione era peggiorata e che soffriva troppo.

Un volontario della RSPCA ha detto: “Nonostante i nostri sforzi non ha avuto nessun miglioramento durante il trattamento e il veterinario ha detto che la cosa più gentile da fare sarebbe stata sottoporlo a eutanasia per evitargli ulteriori sofferenze. Per noi quelli che ci siamo presi cura di lui in questi giorni e che speravamo che ce l’avesse fatta, è stato difficile prendere questa decisione ma abbiamo pensato al suo bene e l’abbiamo lasciato andare dolcemente.”

The dog

“Siamo grati alla persona che lo ha soccorso perché così abbiamo potuto stargli vicini in questi ultimi momenti, regalandogli una fine dignitosa”.

Adesso RSPCA è alla ricerca di informazioni su chi avrebbe potuto compiere un atto del genere. Hanno anche messo a disposizione il numero di telefono (0300 123 8018). Sperano di riuscire a ricevere informazioni sul proprietario o su chi abbia fatto una cosa del genere.

Fonte: telegraph.co.uk

Lascia un commento