Lite tra vicini per un cane finisce con un colpo di arma da fuoco

Questa è una notizia di ultima ora che ci arriva dagli Stati Uniti, più precisamente da Houston. Nella tarda mattinata di mercoledì, un uomo di circa 20 anni comincia a colpire il suo cane nel giardino di casa. Il suo vicino, un uomo di circa 60 anni, interviene e cerca di fermarlo ma senza alcun risultato.

Al contrario, il ragazzo, invece di fermarsi, prova a colpire anche lui. L’uomo entra dentro casa, prende una pistola e torna nel giardino. Nel frattempo, in ragazzo entra dentro la sua casa ma l’uomo, conoscendolo e pensando che anche lui fosse andato a prendere un’arma, fa partire un colpo che attraversa la finestra ferendo il ragazzo al collo.

Non ci sono pervenuti i nomi delle due persone implicate nel conflitto a fuoco ma abbiamo una dichiarazione che la mamma del ragazzo ha rilasciato alla stampa.

“Mio figlio l’ha attaccato, immagino, perché non ha gradito essere ripreso per come trattava il suo cane cane. Mio figlio è corso in casa. Il nostro vicino ha preso la sua pistola e ha sparato attraverso la mia finestra sul retro e colpito mio figlio al collo “, ha detto la donna al reporter di Told KPRC 2.

Il colpo non è stato fatale ma il ragazzo è dovuto andare in ospedale per essere medicato ed è stato rilasciato lo stesso giorno.

Nessuno dei due non è stato arrestato. Il capo della polizia di Houston dice che, dai racconti e studiando la dinamica dei fatti, si è trattato di legittima difesa. “Mi auguro che questo sia un buon segnale d’allarme per il ragazzo” dice Garrett Willis, un altro vicino. “Il ragazzo litiga spesso con sua madre ha passato una sacco di guai”.

Non condividiamo l’uso di armi da fuoco ma non possiamo non complimentarci con il sessantenne che non ha esitato a mettere a rischio la sua vita per difendere quella di un cane in pericolo.

Lascia un commento