“Le ricerche andavano avanti da ore e le telecamere termiche hanno registrato questa immagine. Non potevamo crederci… la sua cagnolina, nonostante il freddo pungente, non si era mossa da lì… ci siamo commossi fino alle lacrime”

Martin Kay era fuori per una passeggiata quando è rimasto intrappolato in una palude. Il sessantasettenne ha cercato di liberarsi ma non è riuscito e ogni suo movimento lo faceva affondare sempre di più. Ha provato a chiamare aiuto gridando forte ma la zona era molto lontana dalle abitazioni. Con lui c’era la sua cagnolina, una femmina di labrador nero, Holly Blue. La cucciola ha provato anche lui a salvarlo dalla palude ma non è riuscito. Ma è rimasta accanto a lui.

 

Un amico, non vedendo Kay arrivando, ha chiamato la polizia. Sette ore dopo essere rimasto intrappolato Kay è stato trovato e salvato. Le forze dell’ordine hanno usato un elicottero per le ricerche. La telecamera termica ha catturato quest’immagine e come potete vedere c’è l’uomo steso per terra e la cagnolina accanto a lui. Le temperature erano sotto zero ma la cagnolina non ha provato ad allontanarsi.

Due uomini dela squadra partita alla ricerca di Kay, Luke Allard e Clare Wayman, si sono avvicinati ma la cagnolina pensava che potessero essere una minaccia per il suo umano e ha cominciato a ringhiare. I due sono rimasti impantanati anche loro nella palude. Alla fine sono riusciti a liberarsi e per cercare di tenere caldo Kay hanno usato le loro giacche. Alla fine Holly Blue ha capito che loro erano lì per aiutare ed è rimasta accanto ai tre uomini in difficoltà.

 

Alla fine sono arrivati anche gli altri uomini della squadra e li hanno salvati. L’uomo sta bene e anche la sua cagnolina. Ma questa storia dimostra, ancora una volta, la straordinaria lealtà dei cani.

Lascia un commento