Ecco perché questo gatto con tre zampe è meglio di uno con quattro

Una famiglia dal cuore grande è la protagonista di questa storia che da una sofferenza porta a un lieto fine.

Mamma Carmela si prodiga durante la pausa del pranzo a dare da mangiare ad una gatta randagia diventata da poco mamma. Qualche giorno dopo ai gattini si aggiunge un micetto dal pelo rosso. Probabilmente qualcuno lo voleva abbandonare e per una coscienza remota l’ha lasciato tra quelli appena nati. La signora si alterna con il marito e la giovane figlia nell’accudire la gatta. Si preoccupano di far adottare i micetti e la mamma rimane nel loro giardino dove trova sempre crocchette, acqua e un riparo dal freddo. Il gattino rosso però sembrava avere una tenera intesa con la famiglia di Carmela. In attesa di trovare una sistemazione lo avevano chiamato Rodrigo. In onore di Rodrigo Palacio, giocatore della loro squadra del cuore, l’INTER.

I giorni passavano e, secondo la ragazza, nessuno era all’altezza di diventare la mamma di Rodrigo. Detto fatto, il gatto l’hanno adottato loro. Vivace e sempre in cerca di belle gattine passa le sue giornate a trovare vie di fughe per raggiungere le numerose fidanzate che ha nel paese. Passano un paio d’anni e una sera il gatto non rientra come faceva al solito, lo cercano ovunque ma di lui nessuna traccia. Al mattino Carmela lo trova moribondo sulla scaletta di casa, una corsa dal veterinario e la sconvolgente notizia. Aveva la zampa ridotta malissimo, un’infezione molto forte lo stava colpendo, era da operare immediatamente.

Qui lo vedete in attesa dell’intervento:

IMG-20160830-WA0048

Non è ancora chiaro se sia stato investito o aggredito da qualche animale più grande. L’intervento è molto costoso ma i tre angeli non ci pensano su due volte, fanno subito intervenire i medici. La zampa doveva essere amputata e andava fatto al più presto così il micio avrebbe subito dimenticato il trauma e sarebbe tornato a stare bene. Il veterinario ha spiegato che avere una zampa “morta” è molto pericoloso perché il gatto non accusando dolore si procura più facilmente ferite e infezioni anche mortali. Meglio un gatto con tre zampe, che ritrovarsi nuovamente in una spiacevole situazione che lo faccia soffrire.

Il momento del risveglio e la tenera carezza di Carmela:

IMG-20160830-WA0045

Dopo due ore dall’intervento Rodrigo stava bene, si reggeva sulle sue tre zampe come se niente fosse.

Il ritorno a casa dalla sua famiglia:

IMG-20160830-WA0047

Dal video potrete capire con quanto amore i suoi cari lo hanno curato nei giorni successivi facendo si che il gatto recuperasse al meglio la salute.

Guardatelo oggi, dopo circa tre mesi dall’intervento, come corre felice:

Condividete con i vostri amici la storia di Rodrigo per rendere omaggio alla sua splendida famiglia.

 

Lascia un commento