La donna ha lasciato i suoi cani senza acqua o cibo per tre settimane per essersi separati dal suo compagno

Un povero cane praticamente nelle ossa è stato salvato dopo essere stato rinchiuso in una casa senza acqua o cibo per tre settimane. Il bulldog americano era così magro che i soccorritori non sapevano che razza di cane fosse. Katie Dunkely , era così preoccupata per il benessere dell’animale che ha scalato la recinzione della casa dove era il cane incurante ed è entrata attraverso la porta sul retro.

All’interno della proprietà di Barry, nel Galles del Sud, il bulldog maschio e una femmina sono risultati “estremamente aggressivi” a causa delle condizioni in cui si trovavano. Katie afferma anche che un piccolo cane o gatto era morto, era in uno stato così avanzato di putrefazione che non era in grado di dire cosa fosse.

Più tardi ha dato da mangiare al cane maschio e lo ha portato a casa.

Katie ha anche chiamato la polizia e la Royal Society for the Prevention of Cruelty to Animals (RSPCA) che si sono presentati alla scena e hanno preso i due animali.

Il cane, che era anche in cattive condizioni, fu portato in una gabbia. Il cane maschio d’altra parte fu portato al guinzaglio.

Katie ha detto:

“Sono assolutamente sbalordita da ciò che ho visto oggi. Questi poveri cani sono marcito in una casa nelle ultime settimane. Assolutamente disgustoso. Il maschio era molto nervoso e malnutrito, mentre l’altro cane era magro ed estremamente aggressivo. “La donna ha poi pubblicato il video e le immagini scioccanti del bulldog e le loro condizioni di vita su Facebook.

Katie ha rivelato che ora sta pianificando di adottare il cane maschio, che è simile al suo cane di nome Bella.

Lei ha detto:

“Ho fatto domanda per adottare questo adorabile cucciolo, una volta disponibile.”

Il cane è molto docile e vuole solo amore. La polizia lo nominò immediatamente come un pitbull e lo avrebbero sacrificato, ma lei li corresse immediatamente dicendo che era un bulldog americano, proprio come il suo cane Bella.

Katie afferma che la donna che viveva in casa si era da poco separata dal suo compagno e mancava da tre settimane, così ha lasciato gli animali al loro destino.

Ha detto che li ha trovati chiusi nel soggiorno, coperti di escrementi e urine. Gli animali non avevano acqua e stavano masticando lattine di cibo.

La polizia ha arrestato Sophie Tooms, responsabile per aver lasciato i poveri animali in queste condizioni e ha avviato un’indagine sull’incidente.