La Cagnolina Viene Finalmente Adottata E Fa Una Cosa Che Vi Lascerà A Bocca Aperta

Non so se siete mai entrati in un canile. Non so se mai entrerete. Ma vi consiglio di farlo, almeno una volta nella vita. Ci sono animali la dentro che cercheranno di attirare la vostra attenzione in tutti i modi per guadagnarsi una carezza. Altri vi ignoreranno, delusi troppe volte dall’essere umano. Poi ci saranno anche quelli che si metteranno in un angolo, terrorizzati e sofferenti, convinti che per loro sia arrivata la fine che aspettavano come una liberazione.

I canili non sono bei posti ma, per molti cani, sono l’alternativa alla strada. Vivere in canile significa essere privati dalla propria libertà, costretti tra quattro mura a trascinare la propria esistenza. E la maggior parte dei cani soffre. Certo, se bisogna scegliere tra le 4 mura di una stanza di un canile e la strada con i suoi pericoli, è decisamente meglio il canile.

La storia che sto per raccontarvi parla proprio di un rifugio per cani, Lort Smith Animal Hospital che si trova a North Melbourne, Victoria, Australia. In questo canile era ospite Coco, una meticcia mix Shetland Sheepdog australiano che era arrivata in canile portata dalla sua famiglia che non poteva più occuparsi di lei. Col passare dei giorni, i volontari del rifugio hanno cominciato a pensare che non sarebbe mai arrivata una famiglia per lei.

Ma le loro previsioni erano sbagliate. Coco è stata vista da una donna arrivata nel rifugio insieme a suo figlio. Si sono subito innamorati di lei e l’hanno adottata. Questa è la foto che i volontari del rifugio hanno scattato all’uscita e si può vedere la gioia incontenibile di Coco. Si è alzata su due zampe e ha fatto una specie di inchino. Sul viso aveva stampato un enorme sorriso. Vedendo questa foto il nostro cuore si riscalda.

Noi auguriamo a Coco una vita bellissima e vi vogliamo invitare ad andare nei canili e adottare anche i cani che non sono più cuccioli, perché anche loro sono capaci di dare tanto amore.

Lort Smith

Fonte: familypet.com

Lascia un commento