Il cane Mauro, un mucchietto di pelle e ossa che ci obbliga a fare i conti con la nostra coscienza

Tutti noi abbiamo gli occhi sulla Clinica Duemari di Oristano dove continuano ad arrivare “rottami”. Probabilmente per loro è normale: hanno sempre fatto il loro lavoro dedicando passione e impegno a ogni cane, gatto o altro animale che ha avuto la fortuna di entrare nella clinica.

72357_592113877623168_579263133961189855_n

Per il resto del mondo è tutto straordinario e fuori dal comune. Sembra che nessuno di noi sapeva realmente quello che succedeva con gli animali randagi. Ma aldilà della normalità o dell’eccezionalità di questi fatti, vogliamo presentarvi l’ultimo arrivato nella Clinica Duemari. Il suo nome è Mauro ed è stato trovato in condizioni pietose non molto lontano dalla chiesa di San Mauro, vicino Sorgono.

1914281_10207945011855541_1322366290466254075_n

 

In un suggestivo paesaggio naturale, ricco di sorgenti e ricoperto per il 60% di boschi si trova un attivo centro agricolo e di villeggiatura. In questo scenario è stato trovato Mauro. Il cane era in un cartone ed era legato con un laccio al collo. Chi lo ha lasciato li ha voluto condannarlo a morte certa, impedendogli di muoversi.

1917468_997682130310665_1550565048453902464_n

 

 

600425_10207641215020329_1268329637398307237_n

Trasportato d’urgenza alla Clinica Duemari, Mauro è stato subito ricoverato. Il personale della clinica ha da subito detto che le probabilità che Mauro ce la faccia sono ridottissime. Il povero cagnolino era in condizioni pietose.

1483291_592012404299982_2827688088567329552_n

Temperatura corporea bassissima (era sotto i 30 gradi centigradi quando è arrivato in clinica), estrema inanizione e cachessia e questo ha determinato la sua prognosi. Il cane segue una terapia fluida bilanciata che li consente di “riavviare” il suo metabolismo gradualmente, dopo tanti giorni di inanizione.

12832466_592012137633342_4098992011430461849_n

Non c’è dubbio che Mauro è in buone mani ma per poter sperare che sopravviva, bisogna far passare qualche giorno. Nel frattempo possiamo solo pregare per lui. Siamo sicuri che il tocco magico della Dottoressa Monica Pais e un pizzico di fortuna da Palla aiuteranno Mauro a rimettersi sulle sue zampe il prima possibile.

Aggiornamento: Mauro non ce l’ha fatta… ma il suo ricordo rimarrà per sempre con noi!!!

2 commenti su “Il cane Mauro, un mucchietto di pelle e ossa che ci obbliga a fare i conti con la nostra coscienza”

  1. Spero che il buon Dio…per quanto ha sofferto Mauro… gli dia la possibilità almeno di ristabilirsi e di trovare una famiglia che possa dargli una seconda possibilità x dimenticare tutto il male che gli hanno fatto! SPERO DAVVERO CHE RIESCA A FARCELA!Tutti i commenti sul comportamento di chi ha fatto questo sono superflui e inutili preferisco usare il mio tempo per pregare per questo cagnolotto che si rimetta presto! :-*

  2. Vi adoro per quello che fate…mamma mia quanto dolore nel vedere queste immagini…piccolo devi farcela..preghero’ per te… non riesco ancora a capire perche il genere umano arriva a certe azioni…non lo capiro’ mai…forza piccolo ora sei in buone mani…

Lascia un commento