Una giovane donna autistica ritrova la sua voce grazie all’aiuto dei gatti neri

La protagonista di questo video è una bellissima ragazza autistica di 22 anni di nome Jordan. Come tutti già saprete una persona autistica ha molte difficoltà per quanto riguarda la comunicazione e l’interazione sociale ed è una malattia da cui purtroppo non si guarisce e che va seriamente considerata da tutte le persone che la stessa persona affetta ha intorno, che hanno il compito di spronarla e sostenerla in ogni cosa.

Jordan è stata in cura per ben 10 anni al Mychal’s Learning Place, un’associazione la cui missione è quella di garantire alle persone affette da disabilità, il diritto di avere l’opportunità di costruire l’autostima e l’indipendenza e di fargli raggiungere il successo personale della propria vita. Negli anni di cura in questo centro la ragazza non ha mostrato alcun progresso, fin quando i volontari non hanno deciso inserirla nel progetto di pet therapy (terapia con gli animali), un progetto in collaborazione con un rifugio di animali, l’Adopt & Shop. Quest’ultimo si dedica esclusivamente al salvataggio degli animali e alla loro successiva adozione e in più ha un reparto shop in cui si può trovare una vasta gamma di prodotti per animali come cibo e saponi.

La pet therapy consiste nel far trascorrere alla ragazza diverse ore in compagnia degli animali. Fin da subito Jordan ha dimostrato notevoli progressi e i volontari del centro si sono accorti, attraverso dei suoi disegni, che aveva una particolare debolezza verso i gatti neri.

“Ci siamo accorti del suo amore per i gatti quando Jordan ha iniziato anche a disegnarli in scene che dimostravano quanto gradisse la loro compagnia. Successivamente i suoi genitori ci hanno raccontato che da piccola aveva un gattino nero di nome Grace che è improvvisamente scomparso causandole un profondo dolore”, le parole di Alicia Galindo, volontaria del Mychal’s Learning Place.

Così hanno deciso di farle trascorrere più tempo possibile in compagnia di tutti i gatti e gattini neri del rifugio e ben presto hanno scoperto che era il modo per permetterle di comunicare. In loro compagnia la ragazza risulta felice e soprattutto propensa a parlare, un piccolo modo di esprimersi che ogni giorno migliora sempre di più. Nel video di seguito viene raccontata la sua storia in lingua originale accompagnata da delle tenere immagini:

Questa storia ci ha insegnato ancora una volta come gli animali sono in grado di salvarci la vita stando semplicemente al nostro fianco. Molti studi hanno dimostrato che i nostri amici pelosi sono in grado di ridurre lo stress sociale poiché riescono a darci sicurezza e a farci sentire che, a differenza dell’essere umano, la loro è un accettazione incondizionata, cioè senza giudizi!

Condividete la storia di Jordan con i vostri amici e dimostrate loro quanto questi gatti sono stati indispensabili per lei, forniamo un modo alternativo di cura a tutti coloro che non lo sanno.

 

Link originale: www.littlethings.com