Gary, il cane di Carrie Fisher, l’attrice che ha interpretato la Principessa Leila in Star Wars, non riesce a superare la morte della sua mamma umana. Commovente il suo messaggio sui social

Carrie Fisher e il suo bulldog francese Gary erano inseparabili. L’attrice, conosciuta in tutto il mondo per aver interpretato la principessa Leila nel film cult Star Wars, è venuta a mancare martedì 27 dicembre all’età di 60 anni, in seguito all’infarto che l’aveva colpita qualche giorno prima.

Gary le è stato accanto anche in ospedale, in questi ultimi giorni. Il bulldog francese era il suo compagno, amico confidente e la aiutava a superare i momenti difficili di tutti i giorni. Era immancabile e Carrie se lo portava dappertutto.

Risultati immagini per carrie fisher dog mourn

“Garry è mi è molto devoto e leale e questo mi tranquillizza” raccontava Carrie che soffriva di bipolarismo. “Gary è il mio cuore”.

 

Sui social gira la foto di Gary davanti una finestra con scritto sopra: “Ti aspetterò qui mammina”... una foto commovente che sicuramente esprime esattamente la devastazione nel cuore del cucciolo. Il cane ha un account Twitter dedicato e nelle ultime ore si è riempito di messaggi per la sua mamma che non torna più a casa.

Risultati immagini per carrie fisher dog mourn

A scrivere i messaggi sono le persone che si occupano di lui ma siamo consapevoli che il cane soffre molto la perdita della sua amica umana. Per un cane noi siamo il loro intero mondo e la perdita del proprietario, di quello che per lui è il capobranco, può essere devastante e difficile da superare.

Risultati immagini per carrie fisher dog mourn

Carrie Fisher era una donna che amava gli animali. Molti si ricordano del suo impegno per mettere fine alla mattanza dei cani e dei gatti durante il festival di Yulin in Cina.

Risultati immagini per carrie fisher dog mourn

 

 

Un fan di Carrie, Aaron Fernuik, ha scritto: “Se qualcuno avesse dei dubbi, credo di sapere perché i cani hanno vite così brevi! Credo che perdere il proprio capobranco umano sia innaturale e la natura ha provveduto accorciando le loro vite e permettendo a noi, umani, di accompagnarli dalla nascita alla loro morte!”

Gary ha perso un pezzo del suo cuore e non sarà facile consolarlo.

Lascia un commento