Ho fotografato un uomo con un passeggino che si era fermato per accarezzare un cane anziano. Non ho notato, però, un piccolo particolare fondamentale

Questa è una di quelle storie che ci fanno pensare che nel mondo ci sia ancora del buono… che l’amore esiste e che tra noi ci sono ancora delle persone speciali. Il protagonista di questa storia è un uomo ripreso, a sua insaputa, da un produttore della KHOU.com, Doug Delony. Doug faceva jogging nel Discovery Green park di Houston quando si è accorto della presenza di un uomo, non molto distante da lui.

Quell’uomo si era inginocchiato accanto a un cane e gli ha fatto una carezza. Ma Doug, sul momento, non ha notato un piccolo particolare. È tornato a casa e ha postato la foto che, in poche ore, era diventata virale.

Solo dopo averla guardata meglio, Doug ha capito il motivo. Accanto all’uomo c’era un passeggino ma non c’era nessun bambino. In quel momento Doug ha capito che quello non era un passante che si era avvicinato a un randagio per fargli una carezza: era un uomo che portava in u passeggino il suo cane anziano per fargli prendere un po’ di aria… ed era una cosa meravigliosa.

Doug si è informato meglio è ha scoperto che quell’uomo portava il suo cane anziano tutti i giorni al parco e doveva farlo con l’aiuto del passeggino perché il cane, un bellissimo meticcio di nome Max, non riusciva più a camminare.

Maximilian (per i suoi umani Max) era un cane di 16 anni disabile… la sua mamma Edie e il suo papà Troy l’avevano adottato quando era un piccolo cucciolo.

Arrivato a 16 anni aveva perso la vista ad un occhio e soffriva d’artrosi. Aveva dei dolori e il suo papà lo portava al parco per fargli sentire ancora l’odore dell’erba. Max era felicissimo ogni volta che lo metteva sull’erba. Sembrava tornare cucciolo di nuovo. Doug è rimasto molto colpito di quello che Troy e sua moglie facevano per questo cane e ha concluso dicendo che tutti noi dovremo imparare da loro… quando un animale invecchia bisogna occuparsi di lui con amore perché se lo merita…

Max è venuto a mancare a giugno del 2017 amato e coccolato fino al suo ultimo momento dai suoi umani… R.I.P. Max.

Lascia un commento