Era scappato dal macello ed era spaventatissimo. Ci sono voluti giorni per riuscire a prenderlo, ma quando hanno guardato il suo muso, nessuno è riuscito a trattenere le lacrime.

Ci sono momenti così dolorosi che lasciano ferite difficili da rimarginare, diventano quei segni indelebili che ti accompagnano tutta la vita. Solo la forza di volontà, la voglia di vivere e la presenza di mani affettuose possono porre fine al dolore e cambiare per sempre il destino di un cane.

È passato un anno dal giorno in cui questo cagnolino è stato salvato dalla morte, quando è stato trovato a Binh West, provincia di Ben Tre, in Vietnam, sopravvissuto dopo essere fuggito dalle mani del suo macellaio .

Da quel momento, è iniziata una corsa per la vita. Non si riusciva a staccare il nastro che era posto saldamente attorno alla sua bocca, con l’intenzione di soffocare le sue grida durante la morte dolorosa che lo attendeva. Un calvario senza fine per questo essere indifeso.

Il povero cucciolo ha coraggiosamente cercato di reggersi in piedi e stare lontano, con la costante paura di essere catturato di nuovo dal suo aggressore. I suoi giorni passarono senza sapere fino a quando avrebbe avuto abbastanza forza per continuare a vivere. Arrendersi non era un’opzione, voleva vivere!

Il giovane fotografo Nguyen Thanh Dien, lo vide quando passò accanto al luogo e la scena lo lasciò sorpreso. Il cagnolino cercava del cibo in una discarica ma tutto ciò che riusciva a ricavarne era l’odore.

Cercò di avvicinarsi per aiutarlo, ma lui si allontanava ogni volta che faceva un passo. L’uomo andò in cerca di aiuto per continuare a cercare, tornò il giorno dopo e niente. E ‘ stato allora che ha condiviso la storia su Facebook, chiedendo aiuto alle organizzazioni per la protezione degli animali. Ha partecipato un gruppo di volontari chiamato Gia Dinh Cua Be (la nostra famiglia), hanno guidato più di due ore dalla provincia di Ho Chi Minh .

Decisero di chiamare il cane Lucky, che significa fortuna, desiderando di poterla trovare. Hanno chiesto ai residenti di stare attenti a qualsiasi segnale. Tutto indicava che era riuscito a fuggire da un mattatoio.

La preoccupazione è cresciuta col passare del tempo fino a quando non è stato avvistato di nuovo da un residente. Se non avessero agito in quel momento, il risultato sarebbe stato fatale, aveva trascorso giorni in agonia, era emaciato e terrorizzato.Tutti erano senza fiato nel vedere le sue ferite,  nessuno riusciva a contenere le lacrime, Lucky stava sopportando un dolore terribile, dissero i veterinari.

La tristezza si sentiva nella stanza, ma non potevano arrendersi davanti a un essere che aveva combattuto per la sua vita con tutte le sue forze, avrebbero fatto tutto il necessario per salvarlo.

Il muso aveva necrosi, c’era molto poco tessuto e la pelle era inesistente, hanno preso le precauzioni necessarie per rimuovere il nastro. L’osso era esposto, con molta attenzione gli hanno fasciato la ferita e lo hanno stabilizzato.

Ha ricevuto un trattamento endovenoso con forti analgesici e antibiotici, ora tutto dipendeva dalla sua forza. Fortunatamente ce l’ha fatta, ma nonostante fosse fuori pericolo,aveva forti crisi di nervi.

Sarete lieti di sapere che con il passare dei mesi, Lucky è diventato più forte e con un’incredibile vitalità, ricevendo tutto l’amore e l’attenzione che non aveva mai avuto.

Ora ha fatto un passo importante per superare un altro test difficile, riuscendo a camminare insieme ad altre persone e cani. Congratulazioni Lucky!