Duke era entrato nella loro vita a sole 8 settimane, un amore grande spezzato dalla sua scomparsa, forse un rapimento. Due anni dopo un veterinario fa

Duke, u cucciolo di alano, aveva otto settimane quando entrò a far parte della famiglia. Julio e suo fratello Sam l’hanno comprato perché s’innamorarono perdutamente del suo sguardo coccoloso e la loro vita diventò meravigliosa da quel giorno. Giochi e passeggiate folli, lunghi sonni sul divano, i palloni bucati non si contavano. Era un “cavallino” educatissimo, lui viveva in famiglia, era un altro figlio anche per mamma Paula. Era il giorno di Natale, Duke aveva più di un anno, era uscito in giardino, forse c’era troppa confusione in casa.

Sam esce fuori per fumare una sigaretta e non lo vede, lo chiama a gran voce, Julio si accorge del tono preoccupato e si aggiunge al fratello. Perlustrano tutta la zona, il resto della famiglia si unisce ma di lui non c’è nessuna traccia, a nulla le ricerche o i volantini, sparito nel nulla, nonostante avesse collare con numero di telefono e chip. Passarono giorni di lutto vero e proprio, la speranza di vederlo alla porta era tanta ma più tempo passava e più scendevano le speranze. Passarono ben due anni da quel triste giorno, una mattina, mentre mamma Paula stava riordinando squilla il telefono.

Chiama Julio e Sam, urla piange, non riesce a parlare, dice solo di correre in Texas, Duke Duke Duke. Ebbene ciò che state per vedere vi colpirà il cuore…Preparate i fazzoletti! Praticamente David Walker, un contadino del Texas si è ritrovato Duke in cortile. Il cane si è lasciato avvicinare e l’uomo, da premiare veramente, l’ha fatto salire in macchina ed è andato al primo veterinario. Il medico ha letto il microchip e ha chiamato i ragazzi. Il momento dell’incontro è troppo bello, due anni lunghissimi ma, per lui era come averli lasciati da un giorno!

Il messaggio importantissimo che vogliamo darvi è, mettete il microchip ai vostri cani, senza quello Duke non avrebbe mai riabbracciato la sua famiglia!

 

Lascia un commento