Adottato da pochi giorni, morde la loro bambina di 17 mesi. Spaventati da questo dobermann, i genitori non sanno cosa fare. Dopo essere rimasti a fissarlo in giardino, capiscono il motivo della sua azione

I coniugi Svilicic hanno avuto da poco una bella bimba, Ayala. Un giorno accompagnano un’amica al rifugio per cani del paese a prendere un cucciolo. C’erano due fratellini di dobermann e la ragazza ne sceglie uno da adottare, quando sta per uscire si accorge che l’altro la sta seguendo passo passo. Intenerita dalla scena, la signora  Svilicic chiede al marito di poterlo portare a casa e quindi di adottarlo. L’uomo non sembra affatto contento dell’idea, sopratutto per la piccola Ayala, comunque acconsente e il piccolo Khan entra da quel momento nella loro vita.

belli 3

Sin dal primo momento il cane riserva tante attenzioni alla bimba, pur giocando insieme non fa mai niente che possa infastidirla, anzi a volte sembra quasi un baby sitter e questo fa molto piacere al signor Svilicic, il quale era così incerto sull’adottarlo.

belli 1

Le giornate scorrono tranquille, i piccoli di casa giocano allegramente in giardino, sembra un pomeriggio come gli altri invece, all’improvviso un forte pianto fa correre la coppia fuori e la scena che vedono li lascia increduli. Khan ringhia, ha afferrato con i denti Ayala al pannolino e la trascina nel giardino. Il padre corre in soccorso della figlia, ovviamente la scena fa pensare a qualcosa di terribile: il cane sta attaccando la bambina. Khan lascia subito la presa e corre qualche metro più in là continuando ad abbaiare e ringhiare a più non posso, la coppia si dirige verso il cane e con stupore vedono una grande serpe che sta mordendo la zampa del dobermann. Adesso capiscono il perché di tutto.

belli 4Khan non stava attaccando la bimba, la stava proteggendo. La serpe è scappata e il cane è stato amorevolmente curato dai suoi umani. Tutto è bene quel che finisce bene, un bellissimo intervento coraggioso che i signori Svilicic hanno voluto condividere con tutti noi.

Lascia un commento