Cindy “L’ho trovato su un marciapiede, sdraiato sull’asfalto, denutrito e in fin di vita. Accanto a lui c’erano i suoi fratellini senza vita, ma non mi persi d’animo e un minuto più tardi…”

Il protagonista di questa storia è Eli, un piccolo gattino che ha avuto la sfortuna di perdere la sua mamma e i suoi fratellini e che non ha mai conosciuto il significato della parola famiglia. Finché un giorno non ha incontrato un gentilissima donna di nome Cindy.

La donna ha trovato il gattino su un marciapiede di fronte a casa sua che se ne stava sdraiato sull’asfalto denutrito e in fin di vita. Accanto a lui c’erano i suoi fratellini senza vita mentre della mamma non c’era alcuna traccia. Cindy non riusciva a immaginare quello che avevano passato quelle piccole anime innocenti e non poteva lasciare lì l’unico di loro che era sopravvissuto, sarebbe andato incontro allo stesso destino nel giro di poche ore. Così lo portò a casa con lei e lo nutrì.

La donna era l’umana di una gatta di nome Madeline che aveva partorito da poco una cucciolata di piccoli micini. Inizialmente ebbe paura a farla conoscere al gattino, così lo tenne a distanza nutrendolo con un biberon. Ma successivamente cambiò idea, conosceva la sua gatta ed era sicura che non gli avrebbe mai fatto del male e che lo avrebbe accettato come uno dei suoi piccoli. Così decise di provare a farli incontrare.

L’immagine precedente non ha bisogno di ulteriori spiegazioni. Madeline lo accolse davvero come un figlio, grazie al suo forte istinto materno capii subito che il gattino aveva bisogno di lei e iniziò a coccolarlo e a lavarlo. Eli, questo il nome scelto per lui da Cindy, non esitò e si lasciò avvolgere dall’amore della sua nuova mamma.

Cindy decise anche di provare a farlo allattare dalla sua amata gatta, ma Eli ormai si era abituato al biberon e quindi non si attaccava ai suoi seni. Sapeva che i gattini allattati con il latte artificiale crescevano di meno, ma il fatto che una volta svezzato avrebbe recuperato la rassicurò.

Anche se non aveva questa cosa in comune con i suoi fratellini, Madeline lo trattava allo stesso modo. Si prendeva cura di lui e lo faceva addormentare nella sua cuccia insieme agli altri gattini. Ogni volta che Cindy li guardava il suo cuore si inteneriva, non aveva mai visto niente di più dolce.

Un gattino che non conosceva l’amore adesso ha una vera famiglia che lo ama in modo incondizionato. Crescerà con la possibilità di seguire i passi della sua mamma e avrà dei fratellini da proteggere e dai quali verrà protetto per tutta la sua vita.

A volte dopo una cosa brutta ne capitano tante belle. Il destino aveva altri piani per Eli, ha perso la sua famiglia biologica ma ha sconfitto la morte e adesso ha trovato la sua strada in una nuova casa dove ci sono solo persone e suoi simili che lo amano e che lo rispettano. Se ci sarebbero tante persone come Cindy, capaci di allargare la propria famiglia anche di fronte agli ostacoli pur di salvare una vita, ci sarebbero meno gatti infelici costretti a vivere per le strade e a lottare ogni giorno per sopravvivere. Una storia che ci è rimasta nel cuore e che ci ha fatto piacere condividere con voi. Fate lo stesso con i vostri amici per dimostrargli quant’è grande il cuore degli animali e soprattutto che c’è ancora un pizzico di bontà negli umani.

Fonte: Little Meow