Sono cieco e un giorno stavo viaggiando in treno con Kie, il mio cane di servizio quando un altro cane l’ha morso sul muso. Il suo proprietario ha dichiarato che anche il suo cane era di servizio ma un piccolo particolare l’ha tradito. Adesso vi racconto la storia così tutti voi saprete riconoscere quali sono i veri cani di servizio 

Michael Kelly e un uomo con una disabilità importante: è cieco. Ama non dipendere dagli altri, però e, per questo, ha deciso di adottare un cane di servizio, il meraviglioso Kie. Per lui Kie è fondamentale e senza di lui la sua vita sarebbe molto complicata.

Il mese scorso si trovava sul treno insieme a Kie quando è accaduto un fatto increscioso. Il suo cane è stato attaccato e morso da un altro cane, anche lui sul treno insieme al suo proprietario. Michael non si era accorto di lui perché, essendo non vedente, era impossibile per lui capire che si trovava a pochi passi da un altro cane.

“Ha solo sentito, all’improvviso, Kie che si lamentava per il dolore e ho sentito, con la mano, che era ferito.” ha detto Michael. “L’altro cane abbaiava forte e abbiamo dovuto separarli, con l’aiuto delle persone presenti. Qualcuno ha chiamato la polizia”

Quando sono arrivati gli agenti, il proprietario dell’altro cane ha dichiarato che anche il suo era un cane di servizio. In America c’è una legge che impedisce alle forze dell’ordine di controllare subito se un cane è veramente un cane di servizio. Per questo molti se ne approfittano, portando con loro i cani anche nei posti dove non potrebbero accedere, dichiarando che si tratta di cani di servizio.

Ma, come sapete bene, i cani di servizio sono animali addestrati che mai e poi mai morderebbero un umano o un altro animale, nemmeno se sono attaccati. Esattamente quello che aveva fatto il cane di Michael. L’altro, invece, si vedeva chiaramente che non era addestrato, visto che era stato lui a mordere.

Agli agenti questo particolare non è sfuggito… in più, sul treno, c’erano delle telecamere di sicurezza… e questo, alla fine, ha convinto il proprietario dell’altro cane a dire la verità. L’uomo ha ammesso che il suo cane non era di servizio e adesso dovrà pagare una multa per aver infranto la legge. Speriamo che questo episodio gli insegnerà qualcosa e che in futuro starà più attento e gestirà meglio il suo cane.

Kie adesso sta bene e sembra aver già dimenticato il brutto episodio… 5 secondi dopo essere stato morso era già al lavoro, come cane di servizio.

Lascia un commento