“Caro Dio, ti prego prenditi cura della nostra cagnolina Abbey”. Una bimba scrive una lettera commovente a Dio ma nessuno si aspettava che ricevesse una risposta. Ecco cosa ha trovato la bimba qualche giorno dopo

Il mio nome è Joy e sono la moglie di Greg Scrivener e mamma di 3 meravigliosi figli. Vivevamo a San Antonio insieme alla nostra cagnolina Abbey. Abbey era bellissima, una cagnolina bianco-nera stupenda e molto dolce. Purtroppo, si è ammalata e, qualche settimana fa, si è spenta tra le nostre braccia.

Meredith, la mia bambina di 4 anni ha pianto tanto perché Abbey era la sua migliore amica… Le ho detto che Abbey adesso era andata in paradiso da Dio e che sta bene e ci aspetterà lì. Un giorno mi ha chiesto se potevamo scrivere insieme una lettera a Dio. Le ho detto di si… ho preso carta e penna e lei ha cominciato a dettare:

Risultati immagini

“Caro Dio, puoi per favore prenderti cura della mia cagnolina? È morta ieri e adesso dovrebbe essere con te in Paradiso. Ci manca molto. Spero che giocherai con lei. 

Con amore, Meredith.”

Poi ha aggiunto una foto di Abbey e dietro alla foto ha scritto:

“Sono felice che tu mi abbia permesso di averla come cane, anche se si è ammalata. Le piace nuotare e giocare con la palla. Ti mando una sua foto così, quando la vedrai, saprai che lei è il mio cane. Mi manca veramente tanto.”

 

Ho imbustato la lettera e sopra ho scritto come destinatario: Dio in Paradiso. Ho messo un francobollo e Meredith ha aggiunto altri perché, ha detto, “il Paradiso è lontano e servono tanti francobolli!”. Poi l’abbiamo messa nella cassetta delle lettere all’ufficio postale.

Qualche giorno dopo, tornando a casa, ho trovato nella posta un pacco incartato con la carta dorata. Dentro c’era il libro di Fred Rogers intitolato “Quando un animale muore” e una lettera. Dentro la busta di questa lettera c’era la nostra lettera a Dio e un’altra di risposta. La lettera di risposta diceva così:

“Cara Meredith,

Abbey è arrivata sana e salva da me in Paradiso. Avere la foto che tu mi hai mandato è stato di grande aiuto perché mi ha permesso di riconoscerla subito. Abbey non è più malata. La sua anima è qui con me ma vive anche nel tuo cuore. Ad Abbey è piaciuto essere la tua cagnolina. Come ben sai non abbiamo un corpo in Paradiso e non ho tasche per metterci la tua lettera. Te la rimando insieme alla foto e a questo libro che spero che tua madre ti legga.

Tienila tu la foto, ti ricorderà di Abbey. Ti ringrazio per la tua bellissima lettera e ringrazio tua madre che ti ha aiutata a scriverla e inviarmela. Sai che hai una madre meravigliosa?  Sono stato io a sceglierla per te! Ti penso ogni giorno e ti amo moltissimo. E se mi vuoi trovare, ricordati che io sono ovunque c’è l’amore.

Con affetto, Dio”

Come genitore e come amante degli animali, devo dirvi che questa è una delle cose più gentili che io abbia mai vissuto. Non posso sapere chi ci ha inviato il pacco ma immagino che a farlo è stato qualcuno che lavora nell’ufficio dove finiscono le lettere con il destinatario non trovato. Condivido con voi questa storia e spero che vi piaccia e vi faccia commuovere tanto quanto mi ha emozionato a me.

Lascia un commento