Il cane era reduce da maltrattamento, aveva subito di tuttoo, per questo nessuno lo voleva… La signora Spence ha accettato di portarlo a casa, ma all’istante che ha aperto la porta e il cane ha visto il bambino

La signora Spence è da sempre vicina alle problematiche degli animali che arrivano al rifugio della sua amica Annie. Si è sempre data da fare per sistemare i cani e i gatti, qualche caso più difficile lo ha adottato lei, così si è ritrovata ad avere quattro pelosi in giro. Po l’arrivo del bimbo le aveva portato via un po di tempo e andava poco al rifugio, un giorno si è decisa ed è andata dalla sua amica.

Li ha incontrato una femmina di  Pointer, Nora si chiama, nessuno la voleva perché lei era reduce da maltrattamento e non socializzava con nessuno. La donna non si è fatta nenche fare la richiesta, ha preso i documenti ed è andata a casa con Nora. Come apre la porta si trova davanti il seggiolino con il bimbo di pochi mesi, qui accade qualcosa che segna l’inizio di qualcosa.

Il cane si avvicina a lui, non si sposta….Passano i giorni e le cose non cambiano.

Un rapporto ossessivo

Che la mamma decide di immortalare..

Perché ha qualcosa da dire

Così la loro amicizia andava avanti

Tra un momento di magia e uno di meraviglia

Dedica questo album a tutte le persone stupide, che non adottano nei rifugi pensando di portare a casa qualche mostro della natura

Nora ha scelto la più pura tra le anime di quella casa, chissà quali mani infami avrà conosciuto nella sua vita, ecco, questo potrebbe accadere se adottate un cane in difficoltà, rischiate di respirare tanto amore!

Lascia un commento