Il Cane Muore Dalla Voglia Di Vedere I Gattini Appena Nati, Ma Guardate Cosa Fa

Quando in una casa c’è la presenza di un nuovo arrivato, questo suscita un emozione e una curiosità in tutti coloro che ci vivono. Tutti fremono nel coccolarlo, prenderlo in braccio, giocarci e sopratutto proteggerlo e controllare sempre che stia bene e non si faccia male. Praticamente lo riempiamo di attenzioni! Invece, per quanto riguarda il mondo animale, dobbiamo mantenere più calmo il nostro comportamento.

Quando una gatta diventa mamma il suo comportamento è particolarmente sensibile e attento: la sua vita è tutta focalizzata sulla protezione e la cura dei suoi cuccioli. A volte la vediamo spostarli completamente da una parte all’altra della casa. Non lo fa per colpa nostra ma per una serie di validi motivi. Vuole nasconderli da sguardi indiscreti per paura che possano fargli del male, il posto dove si trovano potrebbe essere troppo illuminato, troppo caldo o troppo freddo, ma anche perché cerca un posto difficile da raggiungere per gli altri, quando lei decide di allontanarsi per andare ad alimentarsi. E la cosa più giusta che noi e tutti i componenti della casa possiamo fare è quella di non fare assolutamente niente. La mamma sa sempre qual’è la cosa migliore per i propri figli e sarà lei a decidere chi potrà e chi non potrà avvicinarsi.

I protagonisti di questo video sono Jenny, una gatta mamma che ha appena partorito dei bellissimi cuccioli e il suo amico Ben, un cucciolo cane e suo migliore amico. Vediamo quest’ultimo avvicinarsi piano piano al “nido” di Jenny e dei suoi piccolini e, sulla punta dei piedi, silenziosamente, cerca di curiosare ed apprendere tutto quello che può sui nuovi arrivati. La cosa che più ci ha colpito in questo video è l’educazione e il rispetto che Ben ha nei confronti di mamma gatto. La curiosità prende il sopravvento ma nei suoi limiti. Il cane rimane comunque ad una giusta distanza e osserva in silenzio senza disturbare e senza interrompere la tranquillità creata da Jenny per i suoi cuccioli. Guardate qua com’è tenero: