Bernie Aveva Una Casa Ma Un Giorno La Sua Famiglia Ha Preso Una Crudele Decisione

Questa è la storia incredibile di un pitbull di nome Bernie. La sua vita ha preso una svolta inaspettata in un solo giorno. All’improvviso Bernie  lui è stato lasciato in balia della sorte.

Da quando aveva pochi mesi, Bernie era stato accolto da una famiglia in una bellissima casa.  Tutti gli volevano bene perché Bernie era un cucciolo adorabile. Aveva anche una coperta preferita che portava con sé ovunque andasse, proprio come Linus dalle vignette Peanuts.

 

Ma un giorno, dopo 7 anni, la sua famiglia ha deciso che non lo voleva più. Bernie si è ritrovato così solo e senza le cose che per lui erano le sue certezze. Ma la cosa che ci ha fatto più male ce l’ha raccontata un volontario della Second Chance Rescue NYC, l’associazione chiamata prelevare Bernie e portarlo via da casa. L’uomo racconta che, quando è stato mandato via al cane non gli è stato permesso nemmeno di portare con se la sua coperta preferita.

Arrivato al rifugio, Bernie è stato iscritto dopo pochi giorni sulla lista dei cani da sopprimere, insieme ad altri cani. Per peggiorare le cose, il pitbull si è ammalato di pneumonia mentre era nel rifugio. L’associazione Second Chance Rescue NYC l’ha tirato fuori dal rifugio appena gli hanno messo la diagnosi e l’ha portato in una clinica veterinaria.

Non riusciva nemmeno a respirare ma grazie alle donazioni che ha ricevuto, Bernie è stato in grado di permettersi gli alti costi medici necessari per guarire. Da lì a poco gli hanno anche trovato una famiglia che lo amerà per sempre. Jana, la volontario che lo ha aiutato a trovare una casa, continua a passare del tempo con lui, quando è possibile.

Bernie ama la sua nuova casa. Ha un grande cortile dove può scorrazzare, tantissimi amici con cui giocare e anche una piscina per nuotare. Ma la cosa più importante è che Bernie ha ricevuto un sostituto adatto per la sua coperta preferita. E, come faceva anche con la vecchia, Bernie se la porta con se dappertutto.

 

Fonte: Dogfull.com

Lascia un commento