Bella: Uccisa da una mano infame

ASCEA (SA)
Ci troviamo ad Ascea, in provincia di Salerno, paese turistico che permette discreti guadagni durante tre mesi estivi. Il paese è costellato di Bar, gelaterie e piccoli negozietti. Oltre a questo, c’è un branco di cani, composto da una decina di elementi di cui le istituzioni passate non si sono mai interessate, hanno permesso che si riproducessero scacciandoli da un posto all’altro con il lancio di pietre, sparando pallettoni da un fucile di caccia o facendo fare loro una fine terribile come quella di Bella.  Bella era nata in estate tre anni fa e nessuno ha voluto adottarla, era rimasta una randagia.
bella3
 
 
Bella si fidava degli umani, non si era mai avvicinata quel tanto da permettere di toccarla ma grazie ad alcune volontarie del posto, che di tasca propria hanno pagato la tele anestesia e la sterilizzazione, era diventata un po’ più fiduciosa tanto che aspettava con felicità l’arrivo di una delle volontarie che le portava la pappa. Non era una cagnolina aggressiva, non aveva mai fatto del male a nessuno, lei era felice di vivere e sorrideva quando qualcuno le lasciava qualche boccone saporito.
E qui c’è stata la tragedia, il branco, era solito, negli ultimi tempi, sostare di fronte a un bar gelateria del posto e dove c’è un fluire di persone abbondante. Di fronte c’è un campo che secondo i pelosi è un posto dove loro possono riposarsi e possono stare al fresco, dato che sono stati scacciati da tutti gli altri posti. Qualche infame, purtroppo, nessuno ha visto, ha pensato di liberarsi di quel fastidio e Bella con altri due cagnolini, ha mangiato quel boccone che le è costato la vita.
Nessuno ha sospetti, nessuno ha visto, ma quello che è certo, che del branco hanno ucciso i più docili. Una cagnolina bianca, di cui vi lascio il video dei suoi cuccioli rimasti orfani, Bella e un altro cagnolino capitato in quel posto per sbaglio e di cui non sappiamo ancora l’appartenenza.
Alla persona che si è macchiata di un simile delitto, non posso augurare del bene, mi limito nel descrivere tutti i miei sentimenti. Ma la vita a volte è strana, e per esperienza posso dire che tutto il male fatto si paga, anche indirettamente, ma si paga.
Faremo come il cinese che aspetta seduto sulle rive del fiume che passi il cadavere del nemico.
Questi sono 5 orfani che hanno bisogno di trovare uno stallo, magari qualcuno ne vuole adottare qualcuno a distanza e garantire a lui almeno un tetto, vaccini e cure. Scrivetemi pure un messaggio, vi risponderò al più presto.


Volevo aggiungere anche altro, i canili al sud, funzionano male, quei cani vivevano in un terreno in precedenza, poi all’improvviso qualcuno li ha scacciati anche da quel posto. Sono cani che in un canile morirebbero subito, i volontari del posto, provvedevano a curarli e nutrirli per non farli diventare aggressivi. Il comune di Ascea, li stava aiutando con le sterilizzazioni delle femmine ma anche dei maschi, ma la Asl, ultimamente non aveva medicinali per sterilizzare e quindi hanno dovuto sospendere il servizio. Ancora non si conoscono bene i motivi ma sarebbe bello sapere cosa sta succedendo perché le cagnoline intanto, continuano a partorire.

Lascia un commento