Amore sei bellissimo. Adesso che sei pulito e con il pelo tagliato entra in questa valigia e aspettami. Torno presto, tu non ti preoccupare. Nel frattempo, potresti anche morire ma poco importa

nQuando un animale arriva in un rifugio tutti i volontari si aspettano a sentire storie terribili e traumi… ma quando Donut, il piccolo barboncino, è stato portato in canile, nessuno era pronto per sentire quello che gli era successo.

Un giorno un uomo stava camminando quando ha notato davanti a se, sul marciapiede, un cumulo d’immondizia. C’erano varie buste e una valigia marrone che gli ha attirato l’attenzione ma ha pensato si trattasse di un oggetto vecchio… ed è passato avanti. Ma, all’improvviso, ha sentito un rumore che proveniva proprio da quella valigia.

L’uomo ha deciso di controllare. Si è avvicinato alla valigia e l’ha aperta… ed è rimasto scioccato. Dentro c’era un piccolo barboncino di colore albicocca. La valigia era piena di escrementi e urina, cosa che ha fatto capire all’uomo che il cane era la dentro da un bel po. Ma sembrava stare bene e questa era la cosa importante.

L’uomo ha portato il cucciolo a casa, l’ha lavato e gli ha dato acqua e cibo poi l’ha portato nel rifugio più vicino per farlo vedere da un veterinario. L’aveva chiamato Donut, perché era dolce come una ciambella…nel rifugio hanno scoperto che il cane era un maschio non sterilizzato di razza e che era stato appena portato dal toelettatore perché aveva il pelo appena tagliato.

Donut ha circa 6 anni ed è stato fortunato ad essere trovato. Qualche altro giorno la dentro e sarebbe morto. Chi è quella persona che prende il cane, lo porta dal toelettatore e poi lo infila dentro una valigia e lo abbandona?

Eyal Lichtmann, il CEO di RAPS ha detto che Donut è uno dei cani più socievoli e gioiosi mai visti, nonostante tutto quello che ha passato. Per adesso la polizia sta indagando per capire chi ha fatto questo a Donut. Appena si saprà di più su di lui, il cucciolo sarà messo in adozione e speriamo che stavolta trovi una famiglia che lo ami…

Lascia un commento