Amatrice, sopravvive per cinque giorni sotto le macerie, il salvataggio di una gattina e l’abbraccio con la sua Daniela

Il terremoto ha distrutto tutto, si è portato via intere famiglie, case e negozi. Daniela è sopravvisuta a tutto questo e ogni minuto andava a cercare la sua amata Gioia, il gatto che lei ama più di ogni altra cosa al mondo. Dava indicazioni sul posto preciso ma nessuno sembrava averla vista. In effetti era così, nessuno l’aveva vista perché era seppellita da un cumulo enorme di macerie. Nessun lamento veniva dal quel profondo inferno. I cani hanno cercato in lungo e in largo ogni segnale di vita che potesse arrivare. Daniela non si perdeva d’animo e continuava a cercare e a domandare ad ogni vigile del fuoco, carabiniere o volontario di qualsiasi gruppo.

Certo erano momenti concitati ma lei non si dava per vinta e qualcosa nel suo cuore le diceva di continuare a cercare , i vigili scavano ormai solo con mezzi meccanici, le speranze di trovare qualcuno in vita erano poche.

Un miracolo però stava per accadere, Daniela aveva seguito il suo istinto e come una mamma aveva pressato tutte le persone che potevano aiutarla e all’improvviso….

Un vigile scorge una scatola, intima alla ruspa di fermarsi nel lavoro, si avvicina pensando di aver trovato una scatola di oggetti personali. Quando la apre la felicità traspare dal suo volto, capisce subito che quella gatta bianca e grigia è la micia che sta cercando Daniela. La gatta è in condizioni non buonissime, disidratata e affamata. I vigili, come vedete nel video cercano di di farla bere, ma è disorientata e impaurita. Chissà queste cinque notti e cinque giorni cosa ha pensato, sotto a quei sassi….

Non perdetevi il video che riporta questo meraviglioso momento. Per non parlare dell’abbraccio di Daniela che ha commosso tutti i presenti..Condividete questa storia per ringraziare questi eroi che salvano vite in tutti i modi possibili.

 

Lascia un commento