Il vicinato rompe? “Abbaiare è un diritto del cane”. Lo stabilisce un giudice!

Il vostro cane abbaia? È un suo sacrosanto diritto! Lo stabilisce una sentenza firmata da Giancarlo De Filippis, un giudice del Tribunale di Lanciano, in provincia di Chieti, che dichiara che i due cani della famiglia citata in giudizio dai vicini di casa avevano tutto il diritto di abbaiare perché, di fatto, in questo modo loro svolgevano una funzione di guardia e di sicurezza sul territorio in cui risiedevano.

In quel specifico caso (i fatti risalgono a una sentenza sancita nel giugno 2012, come riportato dal quotidiano locale Il Centro), il giudice ha stabilito che si trattava di un vero e proprio “stalking giudiziario” nei confronti della famiglia. I due cani di Treglio, un pastore tedesco e un Bracco, erano accusati di abbaiare troppo e disturbare i vicini. Per giustificare la sua decisione, il giudice ha fatto riferimento agli articoli 544 bis e seguenti del Codice penale, all’art. 5 della legge 189 del 2004 e alla ratifica della Convenzione europea per la protezione degli animali da compagnia, che stabilisce l’obbligo morale dell’uomo di rispettare tutte le creature viventi.

10389228_582029071931006_684959272298272382_n_thumb[8]

Questa sentenza è una vera conquista nella tutela dei diritti dei nostri amici a 4 zampe. In questo modo vengono riconosciuti i loro diritti e rispettata la loro natura. Bisogna dire, però, che anche i proprietari di cani devono avere rispetto degli altri. Avere un cane non significa lasciarlo per ore e ore da solo su un terrazzo o in un giardino, senza curarsene del suo benessere. A volte, questi cani sono molto infelici ed esprimono il loro disagio abbaiando.

silhouette-of-a-dog-of-breed-dalmatian_29242345

In altri casi, i cani sono semplicemente mal educati. La soluzione per i padroni di cani che abbaiano eccessivamente è un educatore cinofilo. Un professionista saprà sicuramente dare loro i consigli giusti.

il-cane-abbaia-due-minuti-a-seriatecondannata-a-25-mila-euro-di-multap_6b7e5f06-0b65-11e4-98ea-db7b575780e4_display

Ricordiamo, però, che la nostra libertà finisce dove comincia quella degli altri. La legge che riguarda questo problema è l’art. 659 c .p. (Disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone). Nel testo di legge c’è una precisazione importante: l’abbaiato dell’animale non deve superare i limiti di tollerabilità. Ma qual’è il limite di tollerabilità? Anche qui è il buon senso che deve dettare legge.

Guard Dog Barking a Warning Behind a Wire Fence

Per garantire un futuro migliore ai nostri amici a 4 zampe e per non esporre loro ad alcun rischio (i vicini molestati potrebbero provare ad avvelenare l’animale che li disturba) è opportuno che i proprietari di cani riescano a farli accettare agli altri adottando le misure o altri strumenti educativi ritenuti opportuni (come i corsi di addestramento anti-abbaio) per una pacifica convivenza.

4680754810_8d2eaf8041_o-300x225

16 commenti su “Il vicinato rompe? “Abbaiare è un diritto del cane”. Lo stabilisce un giudice!”

  1. Alle persone che si disturbano se un cucciolo abbaia,tipo i miei vicini o quelli di sotto che si lamentano del cane che zampetta tutto il giorno dico:ma stetecci voi legati tutto il giorno o con la museruola solo per farvi contenti siete noiosi che palle ma invece di stare ad ascoltare l’abbaiare del cane uscite divertitevi non possiamo essere succubi delle vostre lamentele me godetevi le belle giornate e che caspita

  2. Anni fà comprai un appartamento, successivamente a 20 metri fecero un area cani, dove i simpatici padroni alle mie richieste civili di rispetto mi rispondevano: “I cani hanno diritto di abbaiare”. Sono riuscito a cambiare casa, l’inciviltà e l’arroganza ignorante e prepotente degli amanti dei quadrupedi e pari solo all’odio che mi hanno insegnato a provare. Vegetariano per 20 anni adesso onnivoro con gusto…

  3. Ciao a volte le persone che mettono sul sito le sentenze dei cani vorrei mettere a questa Lotadi uomo che a dei cani che tutto il giorno ci rompono il cazzospecie di notte art.659 Cp. Non disturbare quiete pubblica.e di avere rispetto x persone che la mattina vanno a lavoro… o se no lo vado a denunciare cito x danni civili e morali ok lLota.

    1. Noi abbiamo riportato una sentenza… il giudice decide caso per caso… quindi lei è libero di comportarsi come desidera… In questo specifico caso avevano ragione i proprietari dei cani… Nel suo caso non posso saperlo!

  4. Iryna Shyhymah

    Scusate! Ma chi tutela i miei diritti? Diritto al riposo? Soprattutto notturno!!! Con tutto il rispetto per i nostri amici a quattro zampe! E il padrone che deve essere citato non il cane!!!Mi sembra che i ruoli si capovolgono….

  5. E giusto tutelare gli animali con leggi precise ma ci sono ancora padroni degli animali che si dovrebbe sanzionare e nn solo “” per il modo che tengono al proprio cane e nn aggiungo altro ciao a tutti buona gioenata

  6. BisogNa insegnare ai cani dimangiare solo dal padrone e solo nella sua ciotola e di abbaiare solo quando serve.e da co…ne non farlo.non si sa poi il motivo e si rischia di avere ladri in casa.se non si è capaci meglio averne uno di stoffa!!!!!

  7. Certamente giustissimo!!
    Vediamo un po’…spero che al giudice che ha emesso la sentenza, succeda ciò che è successo a me circa 10 anni fa, ossia che i suoi vicini di casa, di punto in bianco costruiscono dietro al loro garage, ma sotto alle sue finestre, un bel recinto per 4 cani e che i vicini glieli rinchiudano da un giorno all’altro per 24 ore continuative…
    Spero che come è successo a me, questi cani inizino ad abbaiare incessantemente giorno e notte e che il signor giudice possa passare 18 mesi di notti in bianco…di giornate spese a cercare di non sentire i cani abbaiare a meno di 10 metri da casa sua, in continuazione. Spero che lui vada dai suoi vicini e gentilmente chieda a loro di far smettere di abbaiare i loro cani e che non venga ascoltato…
    Spero che suo figlio stia dando un qualsiasi esame e che non riesca a studiare ne a dormire per questo…spero gli venga un bel l’esaurimento nervoso per tutto questo e spero che alla fine i vicini per rappresaglia, prendano il gatto del giudice e lo portino lontano da casa sua…
    Spero naturalmente (come è successo a me) che il suo gatto trovi la forza di tornare a casa, anche se massacrato e distrutto…
    Allora e solo allora, il giudice e tutti coloro che affermano questa cosa, potranno permettersi di dire che abbaiare è un diritto dei cani!!!!!

Lascia un commento