Venezia – Erano stati chiusi in un cartone e gettati tra i rifiuti, li hanno trovati grazie al miagolio.

Quando si sentono storie simili, chi ama gli animali viene travolto da una rabbia ineguagliabile, ci chiediamo:”com’è possibile che la mia stessa specie sia capace di fare cose simili?” e finiamo col vergognarci di essere umani, la specie peggiore del mondo, in grado di togliere la vita o far soffrire anche l’essere più indifeso e innocente, senza provare il minimo rimorso.

E’ successo pochi giorni fa a Dolo, vicino a Venezia, 4 piccoli gattini di poche settimane di vita, erano stati chiusi in un cartone e gettati insieme all’immondizia, destinati ad una fine orribile. Purtroppo d’estate il numero dei casi di abbandono sale tragicamente, ma questa terribile realtà non colpisce solo i cani, ma anche i gatti, e questo non è il primo caso di gattini salvato durante questa estate. La cosa che è ancor più ripudiante del semplice abbandono, è quando escogitano un modo non solo per abbandonarli ma fargli fare anche un orribile fine.

gattini-400x271

Il ritrovamento è avvenuto in un isola ecologica, i lavoratori del posto stavano apprendo contenitori per smistare la spazzatura e in quel momento hanno sentito il miagolio dei gattini che proveniva da una scatola di cartone. Quando l’hanno aperta, nel vedere questi innocenti piccoli, hanno avvertito gli operatori di “Veritas” e la polizia locale. I gattini sono stati tratti in salvo, erano affamati ma non hanno riportato particolari problemi di salute, mentre la polizia sta indagando nel tentativo di trovare i colpevoli di questa azione, incitando chiunque avesse notizie a riguardo, a farsi avanti.

Se gli operatori non avessero sentito il miagolio di quelle povere creature innocenti, sarebbero potuti finite nel trita rifiuti o avrebbero sofferto per parecchio tempo sotto il sole, prima di finire disidratati. Per fortuna adesso stanno bene, si trovano in una struttura di accoglienza e appena saranno idonei, verranno messi in adozione.