Sono uscita dal supermercato e ho sentito dei guaiti ma non riuscivo a capire da dove provenivano. Ho cominciato a parlare e l’animale mi rispondeva piangendo. Pochi secondi dopo il mistero è stato risolto. Si trattava di un

Vogliamo raccontarvi una storia a lieto fine perché ci piace quando le storie di animali finiscono così. La protagonista è una donna di nome Robin Haas che si è trovata al momento giusto nel posto giusto.

La donna doveva andare a un intervista di lavoro e si è resa conto che le mancava la sua pochette con il make up. Ha deciso di fermarsi in un supermercato per comprare quello che le serviva per essere presentabile a quell’intervista. All’uscita dal negozio, però, ha sentito dei lamenti che sembravano provenire dal motore di una macchina.

La donna ha iniziato a chiamarlo e parlargli e il guaito si è fatto più forte. Alla fine, trovata la macchina dalla quale proveniva il rumore. Robin è un istruttrice di saldatura e ha telefonato a un collega per chiedergli una mano. Il suo collega gli ha mandato Caleb Costner, il suo studente.

Insieme Robin e Caleb hanno cercato di raggiungere il posto dove il cucciolo si era infilato e, dopo vari tentativi, sono riusciti a trovarlo. Era sporco e spaventato ma stava bene. La proprietaria della macchina ha detto di non acvere animali a casa e di essere arrivata lì, nel parcheggio, da 45 minuti.

Quindi il cucciolo è rimasto in quel motore per 45 minuti. Fortunatamente la donna si è accorta di lui altrimenti appena la macchina sarebbe partita, lui sarebbe morto sicuramente. Robin ha postato il cucciolo con lei a scuola e i suoi studenti l’hanno accudito per il resto della giornata.

Tra loro c’era anche una studentessa di nome Michelle Kirkman che ha deciso di adottare il piccoletto. Gli studenti l’hanno chiamato Excalibur come il marchio delle saldatrici usate a scuola ma Kirkman vorrebbe chiamarla Callie perché è una femminuccia.

Lascia un commento