Legato ad un albero, morendo di fame, incapace di muoversi … Ma il proprietario ha ricevuto il dovuto

I cani sono gli animali più nobili, teneri e amorevoli che possono far parte della nostra vita. Tuttavia, molte volte le persone non sono in grado di vedere quanto siano speciali e lungi dall’essere grati per il loro amore incondizionato, sono sottoposti alle peggiori torture che causano danni fisici ed emotivi a vita.

Sfortunatamente, questo è quello che è successo con un povero pitbull, di nome Max, che nonostante abbia una famiglia, è stato trattato nel peggiore dei modi: era legato a un albero senza potersi muovere senza acqua, senza cibo e senza alcuna cura. Erano i messaggi di testo inviati dai vicini di Swedesboro, nel New Jersey, che avvisavano Kerry Haney , volontario di Do not Bully Us Rescue della terribile situazione del cucciolo.

Nel mezzo della notte, la donna non riuscì a trovare il cucciolo, ma decise di avvisare il dipartimento di polizia di Woolwich Township su cosa stava succedendo, gli agenti hanno indicato che stavano già indagando sul caso e che nei giorni successivi avrebbero cercato di salvare Max. Era difficile, dovevamo stare seduti al buio per giorni mentre la polizia faceva ciò che era necessario per salvare il cane dal proprietario”, disse la donna.

Dopo una settimana di indagini della polizia, Max è stato finalmente salvato e portato al Rifugio per animali della contea di Gloucester , dove è stato curato fino all’udienza del tribunale il 6 ottobre. Il suo proprietario fu dichiarato colpevole e ricevette una pesante multa per abuso di animali. Più tardi, Do not Bully Us Rescue fece tutto il possibile per prendersi cura del cucciolo e fuHaney che si offrì di aprire le porte della sua casa per offrirgli una famiglia amorevole. Anche se il rifugio temeva che il pitbull potesse essere aggressivo a causa della sua triste storia , la donna ha scoperto che è estremamente dolce