Come nutrire correttamente un cucciolo di cane

Accogliere un cucciolo è sempre eccitante per tutti i membri della famiglia. Sono coccolosi, imprevedibili e pronti a regalare tanta gioia. Un animale di così piccole dimensioni, ha bisogno di essere accudito nel modo più opportuno se si vuole vederlo crescere in salute e nel migliore dei modi.

Proprio per questo, nell’approfondimento che segue, sono inseriti una serie di consigli su come dovrà essere bilanciata la sua dieta e quali sono gli alimenti che possono contribuire a renderla completa al 100%. Oltre a prendere in considerazione l’acquisto delle migliori crocchette per cani cuccioli, è sempre opportuno pensare alla loro età e allo sviluppo che è in corso nel loro corpo.

Vediamo quali sono le fasi cruciali della crescita di un cucciolo e quali cambiamenti è bene seguire per alimentarlo nel modo più corretto.

cibo per cani
Svezzamento del cucciolo – dalla nascita alle 6 settimane

Se il nuovo arrivato è stato partorito presso la propria abitazione, dal suo concepimento allo scoccare della sesta settimana il latte materno è l’alimento ideale per questa sua fase di crescita. Il fabbisogno calorico è totalmente a carico del latte materno, che può trasmettere tutto il necessario di cui necessità in queste prime settimane di vita.

Molti cuccioli vengono svezzati entro le 6 settimane, ma in alcuni casi l’allattamento può continuare ancora per qualche settimana.

Dopo lo svezzamento – da 6 a 12 settimane

Al termine dello svezzamento, il proprio cucciolo dovrà essere nutrito con una dieta di alta qualità e che sia studiata proprio per i cuccioli. Questa dieta, che dovrà contenere un’alta quantità di calorie, proteine e calcio, deve essere conforme alle sue necessità di sviluppo e di crescita.

Per non incorrere in errori, è sempre bene farsi consigliare da un veterinario o da uno specialista. Alcune razze hanno delle necessità diverse e potrebbe rivelarsi poco idonea una dieta generalista per cuccioli.
Per avere un’idea di come è strutturata una dieta per cuccioli, ecco un fac-simile di programma alimentare che andrà suddiviso in tre o quattro pasti ogni giorno.

Cuccioli di 6-9 settimane. Dovrebbero nutrirsi con una miscela di cibo secco per cuccioli e un sostitutivo del latte materno.
Cuccioli di 9-10 settimane. I cuccioli delle razze grandi non dovrebbero più nutrirsi con il sostitutivo del latte materno e con il cibo secco per cuccioli.
Cuccioli di 12-13 settimane. I cuccioli di razze piccole non dovrebbero più nutrirsi con il sostitutivo del latte materno e con il cibo secco per cuccioli.

È opportuno ricordare che è bene dare da mangiare al proprio cucciolo tutti i giorni alla stessa ora. Questo, per non andare a creare una situazione di stress per il piccolo. I pasti dovrebbero avere una durata compresa tra i 10 e i 20 minuti, così da addestrare il cucciolo a mangiare con calma e allo stesso tempo non fagocitare il cibo.

Alimentazione del cucciolo – da 3 a 6 mesi

In questa fase della crescita del cucciolo, si può iniziare a ridurre il numero di pasti durante il giorno. Se erano 4, si può procedere a ridurli a 3 nel giro di qualche settimana. Di norma, entro la dodicesima settimana di vita, il proprio cucciolo di cane comincerà a perdere parte del grasso accumulato durante la crescita.

Quando si segue una dieta focalizzata al benessere dell’animale, si deve avere l’obbiettivo di non andare a creare una situazione dove l’animale ha un eccesso di peso. Situazione, che può portarlo ad avere dei problemi di salute.

Il passaggio all’alimentazione da adulto – da 7 a 12 mesi

Nella fase di transizione da cucciolo ad adulto, che di solito si compie con il raggiungimento dell’anno di età, molti cuccioli completano la perdita di massa grassa accumulata nelle prime fasi della loro vita.

Quando si ritiene che è giunto il momento di passare ad un’alimentazione adulta, è bene fare questo cambiamento gradualmente. Il processo, può anche durare una settimana o due. In questo lasso di tempo, lo stomaco del proprio cane avrà tempo per abituarsi al nuovo cibo.

 

Anche in questo momento della vita del proprio amico a quattro zampe, è bene essere seguiti dal proprio veterinario di fiducia. Le sue conoscenze sono indispensabili per alimentarlo nel modo corretto.

Lascia un commento