Si reca in un rifugio per lasciare un cane. Fu allora che vide questo…

Un noto umorista francese di nome Remi Gallard ha deciso di fare un breve filmato in cui viene ritrattata una situazione abbastanza comune. Egli vuole sensibilizzare la coscienza delle persone facendo capire alla gente, in un modo davvero particolare, ciò che accade o che prova un animale quando viene lasciato in un rifugio. Molta gente pensa che un rifugio sia un luogo dove gli animali si sentono in salvo o dove possono trascorrere la loro vita in tranquillità e al sicuro, senza rischi, ma cosa succederebbe se invece fossero gli animali a portare i loro amici “a due zampe” in un rifugio per umani?

La cosa suona sicuramente ironica in un primo momento, ma le immagini del filmato colpiscono la coscienza facendo vedere la situazione degli animali da una prospettiva completamente diversa. Una donna  si reca in un rifugio per lasciare un animal che sostiene di aver trovato ma non si aspettava di certo di ritrovarsi in mezzo ad una situazione scioccante, in un rifugio di umani. Naturalmente, guardando il filmato ci si rende conto che questo “porto sicuro” è in realtà molto simile ad un manicomio.

Il mondo surreale che Gaillard è stato riportato in questo breve video ed è una visione diversa di ciò che accadrebbe quando gli esseri umani portano in animale in questo luogo. E con la parola diversa si intende quasi scioccante. Inoltre, per completare il significato del video, Gaillard ha aggiunto nella descrizione del video scrivendo testuali parole: “Deve essere irritante per gli animali dover vivere con 7 miliardi di idioti.” Il breve filmato è apparentemente critico ma soprattutto mette quasi a disagio guardarlo, facendoci aprire gli occhi sulla terribile realtà che delle povere creature innocenti devono affrontare in un mondo fatto nostro. Ma la realtà dietro a tutto ciò è che questo surrealismo è una realtà  troppo dolorosa per essere ignorare.