“Se non fosse stato per il fetore, non ci saremo accorti di lui. E’ entrato silenziosamente nel centro e si è sdraiato sul divanetto. Ho capito subito che dovevo agire! “

Era un giorno normale all’Human Society International (HSI) in India, e tutti i membri dell’ufficio erano occupati con il loro lavoro. Quando, un cane senzatetto molto malato apparve e, per qualche ragione, pensò che questo sembrava un posto sicuro e tranquillo dove trascorrere un po’ di tempo e riposare.

Così decise di controllare, entrò lentamente, trovò un divano, si rannicchiò e si mise a dormire. Dopo un po ‘qualcuno si rese conto che lui era lì, e che aveva bisogno di molto aiuto. Alokparna Sengupta, vice-direttore di HSI India, al The Dodo : “Non l’avremmo notato se non fosse stato per il fetore. La condizione della sua pelle era seria: aveva la scabbia e le sue orecchie sanguinavano”. Quando il personale, infine, ha notato il povero cagnolino (che hanno chiamato Fata) si precipitò a prendere un po’ di cibo e acqua, ma tutto quel movimento lo spaventò e corse via velocemente. Tutti erano sconvolti dal fatto di non poterla aiutare, ma il giorno dopo è tornata, e questa volta erano pronti. Non appena videro Fata raggomitolata a dormire di nuovo sul divano, si assicurarono che la porta principale fosse chiusa, in modo che non potesse fuggire di nuovo. Poi hanno preso del cibo e dell’acqua e l’hanno portata dal veterinario. La sua scabbia era incredibilmente seria e sembrava che avesse sofferto per diversi mesi. Non aveva più quasi la pelliccia sul suo corpo, era spaventata, ovviamente sapeva di aver bisogno di aiuto, e in qualche modo aveva sentito che all’interno di quell’ufficio c’erano persone che desideravano disperatamente aiutarla.

Alokparna ha detto:

“Quando sono andato a cercarla per portarla dal dottore, la sua pelle si stava staccando. Ma lei è stata un angelo. Non si è lamentata né agitata. Immagino che il destino l’abbia portata nel posto giusto e lei lo sapeva. ”

Fata è stata presa dal veterinario e ha ricevuto immediatamente un trattamento per la sua scabbia. Oltre alle condizioni orribili della sua pelle, fortunatamente non aveva altri problemi di salute. Era ovvio però che Fairy aveva sofferto a lungo e, in qualche modo, nessuno aveva provato ad aiutarla prima.

Alokparna ha detto:

“Probabilmente ha sofferto per un paio di mesi ed è rimasta scioccata dal suo aspetto.”

Dopo sei mesi Fata si è completamente ripresa, e dopo tre mesi nel rifugio aveva già una famiglia interessata ad adottarla, ma nel rifugio hanno voluto aspettare fino a quando fosse completamente guarita, prima di lasciarla andare nella sua nuova casa.

E’ stata così dolce e amorevole fin dall’inizio, quindi tutti nel rifugio sapevano che si sarebbe adattata meravigliosamente con qualsiasi famiglia che l’avesse adottata. Ora Fata è molto felice nella sua nuova casa. Ha un sacco di spazio per correre e giocare, e una famiglia che la coccola quando vuole.