‘E’ entrata nel rifugio, era una signora molto anziana. Mi ha guardato e mi ha detto: fammi vedere il cane più vecchio e che nessuno vuole. Così gli ho mostrato quello che nessuno considerava un cane’

Non tutti i cani hanno la stessa fortuna nella vita. Molti vivono con le loro amorevoli famiglie da quando sono cuccioli fino a quando non invecchiano. Ma per gli altri la vita non è così facile e non hanno la fortuna di vivere con una famiglia che gli vuol bene. Era più o meno con quel pensiero che questa fantastica donna entrò in un canile

Lei voleva condividere il suo amore con un amico a quattro zampe che non aveva avuto la sua stessa fortuna, cioè di avere figli e nipoti ed aver ricevuto tanto amore. Così entrò a City of Sacramentos Front Street Animal Shelter nell’estate del 2017 e disse che voleva adottare il cane più vecchio, quello che nessuno voleva. “Questa gentile signora è venuta nel nostro rifugio per animali chiedendo del cane più grande e più difficile da adottare” scrisse il portavoce del canile sulla sua pagina Facebook.

Questa storia è avvenuta a metà del 2017, ma penso che fu un gesto cosi pieno d’amore che si può leggere con emozione anche oggi. Ma sebbene Melani volesse aiutare un vecchio cane, si trovava in una situazione simile. Secondo The Dodo, la nonna di 72 anni aveva perso il suo compagno. Inoltre, anche il cucciolo che lo aveva aiutato in quel momento difficile era morto. Si sentiva sola. “Ero triste e mi sentivo un po ‘depressa. I miei nipoti mi fecero visita un pomeriggio e dissero: Nonna, hai bisogno di qualcuno che ti faccia compagnia. Non puoi stare qui da sola.” Disse a the Dodo.

Precisamente come Melani, Jake era rimasto solo per un po ‘. Quando Melani chiese del cane più vecchio, gli presentarono Jack. Jack era in canile da molto tempo, era in pensione, aveva avuto problemi di cancro della pelle. E Melani decise di adottarlo. “Melani non è venuta a trovarci per trovare un giovane cane sano, ci ha visitato perché voleva salvare una vita e voleva dare un amore infinito a un cane” scrisse il canile sulla sua pagina Facebook. Il cane, di 12 anni, andò a casa con Melani, lei non si preoccupava dei costi del veterinario, né del cancro della pelle di Jake. Non gli importava che fosse sordo o che avesse le catarate. Voleva prendersi cura di un animale che aveva bisogno di aiuto. Voleva riempirlo di amore.