Nessuno lo avrebbe fatto, gettarsi in quel terribile incendio per salvare un’animale così piccolo, ma lui non ha fatto solo questo e adesso il video del suo eroico gesto sta facendo il giro del web.

Negli ultimi tempi la California è stata martoriata da incendi che hanno distrutto tutto quello che trovavano sul loro cammino, compreso le vite di persone e animali.

Gli organismi di sicurezza hanno cercato di evacuare le zone a rischio, ma ettari di aree verdi sono stati distrutti e con loro la fauna. Qualcuno però è rimasto per salvare un coniglio. Un ragazzo, all’improvviso si è tuffato nelle fiamme per salvare un coniglio che si stava dirigendo, impaurito, verso la foresta in fiamme. Il ragazzo ha solo 19 anni, si chiama Oscar Gonzàlez e vive a Pacoima con la sua fidanzata e un figlio di cinque mesi. Lavora presso una società che installa frigoriferi e, mentre stava tornando dal lavoro, si è trovato davanti il muro di fuoco.

In quel momento ha visto il coniglietto in pericolo e non ha pensato due volte a tuffarsi nelle fiamme, un amico che lo stava seguendo con l’auto ha cercato di fermarlo, ma il ragazzo era disperato da quella visione ed era completamente immerso nel tentativo di salvataggio. L’amico allora ha incominciato a filmare la situazione. Dopo alcuni tentativi andati male, Oscar riesce a catturare il coniglietto e abbracciandolo stretto, lo accompagna in un luogo sicuro, lontano dalle fiamme.

Se il comportamento di Oscar, per alcuni è da considerare eroico, per altri è stata causa di commenti negativi. Gli esperti di fauna sostengono che devono essere lasciati stare perché gli animali sanno come comportarsi in questi casi. Addirittura Peter Strip di Fish and Wildlife ha sostenuto che “con il fuoco o senza gli animali vanno lasciati dove sono!”. lui avrebbe potuto ferirsi, o morire esalando i fumi, e gli animali avrebbero potuto impaurirsi e peggiorare la loro situazione.

Tutto vero, ma intanto si è scoperto che il ragazzo ha salvato un intero branco di conigli, quello per cui è stato ripreso era l’ultimo del gruppo. Sicuramente loro non faranno parte di quelle centinai di corpi di animali bruciati che si vedono dopo l’incendio di un bosco, perché sapranno anche cosa fare ma spesso non hanno via d’uscita!