VIDEO- Nemmeno il terribile odore di questa puzzola ha impedito ai bambini di salvargli la vita

Senza dubbio viviamo in un mondo in cui non siamo consapevoli di ciò che sta accadendo intorno a noi, a causa delle distrazioni o attività quotidiane. Tuttavia, i bambini nella loro innocenza, sono in grado di percepire quel che succede intorno a loro e di vedere quando qualcuno in difficoltà ed ha bisogno di aiuto.

L’animale selvatico era rimasto intrappolato in una recinzione che divide due proprietà. I bambini giocavano quando si avvicinavano alla staccionata, e avevano colto il fetore particolare di una puzzola. Fu allora che attirarono l’attenzione dei loro genitori e chiesero loro di aiutare l’animaletto. I genitori vedendo in quale casino si era cacciato il piccolo, si misero al lavoro per salvarlo.

Per salvare la puzzola, uno dei genitori lo prese da un lato del recinto, mentre dall’altro lato lo coprì con un asciugamano, gli adulti dovevano agire con attenzione per impedire all’animale di rilasciare il suo particolare fetore, un meccanismo di difesa che si attiva automaticamente a causa dello stress o della paura; anche se ad un certo punto senti il ​​disgusto di uno dei bambini che si allontanò quando senti’ il fetore della puzzola. Il piccolo animale era rimasto bloccato dai fili che perforavano parte del suo corpo e una delle sue estremità. Dovevano trovare un modo per liberarlo senza causare alcun danno, dal momento che il dolore che sentiva era abbastanza. È allora che un vicino di casa   prese le sue pinzette per tagliare la parte del recinto dove l’animale era rimasto bloccato, e quindi liberarlo.

Con grande cura, hanno proceduto a tagliare il filo di metallo mentre i bambini preoccupati chiedevano con insistenza se l’animale stava bene. Alla fine riuscirono a sbarazzarsi dell’ultimo pezzo di filo misero la puzzola in una gabbia in modo da poterla trasportare senza problemi.I vicini portarono la puzzola in un posto fuori in periferia dove potevano rilasciarlo mentre i bambini lo salutavano.

Siamo certi  che la puzzola non sarebbe stata in grado di liberarsi da sola, e ringraziamo sia i bambini che i loro genitori che hanno deciso di intervenire e salvare il povero animale.

Articoli correlati