Leoncino trascorre la sua vita in una gabbia situata sul terrazzo di un’abitazione. Il motivo? Nessuno.

A cosa può mai servire, prendere un animale maestoso e possente come il leone e tenerlo chiuso in un terrazzo. Oltretutto in condizioni deplorevoli. E’ assurdo che ci sia ancora gente che fa queste cose.

E’ successo in Messico, un leone stava passando la sua esistenza chiuso in una gabbia, messa in un terrazzo. Sono stati i vicini a fare la denuncia e probabilmente hanno salvato così la vita del povero leoncino. Infatti il re della giungla aveva solo un anno, e pesava 90 kg, ma non era né nutrito né tenuto come doveva essere.

All’arrivo delle guardie il “proprietario” dell’animale si è dimostrato subito disponibile a parlare e anche a consegnare il leone. L’uomo ha detto di aver ricevuto il felino in regalo e di averlo messo nella gabbia, ma poi è cresciuto e non sapeva che altro fare. Allora perché aspettare l’intervento delle guardie? La risposta è venuta spontanea, quando hanno riflettuto e si sono ricordati del mercato.

Pare infatti che nella zona, vi sia un mercato che traffica con gli animali esotici e selvatici. Probabilmente il leone sarebbe stato successivamente venduto a qualche circo o trafficante.

L’uomo ha consegnato l’animale collaborando al salvataggio. Il piccolo leone è stato sedato e trasportato con un furgone delle guardie, in un santuario chiamato Jardines del Montaña. Il leoncino potrà crescere tranquillo in un luogo molto simile al suo habitat.

Al signore che aveva preso il leone per un animale domestico , non è stato fatto niente a livello legale, poiché ha dichiarato che l’animale gli è stato regalato, ma non ha fornito il nome della persona che glielo avrebbe portato.

L’essere umano non ha rispetto di niente, né degli animali, né della terra, né della sua stessa specie. Si spera che con le campagne di sensibilizzazione e i social media, si riesca a cambiare l’opinione della gente che ancora permane nella sua ignoranza.