La sua famiglia chiese l’eutanasia perché aveva perso l’uso delle zampe anteriori. Crest dimostrò di voler vivere ma nascondeva un terribile secreto…

L’eutanasia è una pratica che spesso risparmia tanto dolore ad animali già condannati, ma altre volte purtroppo permette a molte persone di liberarsi del proprio animale domestico, persone senza cuore che approfittano della situazione per avere “una rogna in meno” e purtroppo gli animali non possono avere voce in capitolo e possono solo subire le decisioni dei loro umani. Questo è quello che è successo a Crest un piccolo cagnolino che non poteva usare le zampe anteriori.

 

I suoi proprietari lo portarono dal veterinario per farlo addormentare definitivamente, perché non poteva utilizzare entrambe le zampe anteriori. Ma non bisogna farsi ingannare dalla situazione Crest voleva vivere, e lo ha dimostrato senza ombra di dubbio. Aveva imparato a camminare  sulle zampe di dietro, come un essere umano, e non aveva nessuna difficoltà ad andarsene ovunque volesse.

Nel vedere come il cane fosse attaccato alla vita, il veterinario ha deciso di prendersene cura, ma la scoperta peggiore l’ha fatta dopo le visite. Le zampe del cagnolina presentavano diverse fratture che si erano risanate senza alcun aiuto medico, inoltre Crest aveva anche problemi alla mascella, anch’essa presentava una frattura importante. Tutti chiari segni che il povero cagnolino fosse stato ripetutamente maltrattato nel tempo, dalla sua ex famiglia.

Ma Crest è un vero guerriero e non si è lasciato abbattere, il veterinario ha curato le sue ferite e tramite un intervento chirurgico è riuscito a guarire e recuperare una delle zampe anteriori. Adesso il cagnolino riesce a camminare senza troppi sforzi e la qualità della sua vita è migliorata notevolmente. La storia di Crest è diventata pubblica sui social e non è passato molto tempo perché venisse adottato da una famiglia di buon cuore, che si sta impegnando per dare a questa povera anima innocente, tutto l’amore e la felicità che merita.

Non si sa se sia stata fatta o meno una denuncia verso i suoi ex proprietari, ma la cosa che conta di più adesso è che Crest sia felice.