Era malato e lo rinchiusero in una dispensa. Così trascorse giorno e notte in totale isolamento mentre la malattia gli toglieva la pelliccia, la vista e quasi la speranza.

Non stiamo parlando di Harry Potter, ma di Splinter, un cagnolino che quando si è ammalato è stato esiliato in una dispensa. Il suo proprietario non era sicuro di cosa soffriva e non voleva che contagiasse gli altri animali. Così trascorse giorno e notte in totale isolamento mentre la malattia gli toglieva la pelliccia, la vista e quasi la speranza.

Ma un giorno, la porta della dispensa si aprì. Il proprietario era stato segnalato per abuso di animali. Le autorità portarono Splinter al rifugio Shafter in California. I medici hanno trovato un tumore di quasi 3 chili nella milza.

Conosciuta come la malattia dell’ammortamento, una condizione che causa la perdita di peso, l’infezione della pelle e un aspetto “gonfio” nello stomaco. Per non parlare dell’enorme fastidio di avere un tumore delle dimensioni di una pallina che preme sui suoi organi interni.

Inoltre, tutto ciò aveva fatto sì che Splinter diventasse definitivamente cieco. Marleys Mutts, un rifugio situato in California, accettò Splinter e lo introdusse in un mondo migliore e più grande di quanto avesse mai immaginato. Alla fine si è scoperto che Splinter aveva una grande varietà di problemi. Un’infezione all’orecchio lo rendeva parzialmente sordo e aveva una grave gotta, oltre al cancro ai testicoli.

Ma oltre a tutto questo e grazie in gran parte a una campagna online, è stato possibile raccogliere $ 17.000 per le spese mediche.

Splinter è sulla strada giusta ora. Circa un mese dopo essere stato salvato, Splinter ha trovato la sua ultima casa con Trisa Ekema, che vive fuori da Bakersfield, in California.

Stava solo cercando cani da adottare a Marleys Mutts. “Quando sono entrato nel sito web, ho visto Splinter che mi fissava attraverso lo schermo e me ne sono innamorato.”

Oggi il cucciolo che viveva nella dispensa è una celebrità su Facebook, con oltre 16.000 visite sul suo sito web. E non dubitare, Splinter è un re. “È un cane molto felice”, aggiunge. “Ama sedersi fuori.” Sempre sul suo trono solenne , ovviamente.