Ecco la fotografia che ha fatto ribollire il web. Sembra che qualche bambino abbia dipinto il cavallo e in parte è così, ma la verità è di gran lunga molto più irritante.

C’è una notizia che sembra semplicemente una bugia. Chi penserebbe di dipingere un cavallo come attività scolastica? Sì, signore e signori, qualche mente “brillante” ha avuto questa idea “favolosa”. È successo in Brasile e ora la rete sta bollendo. L’attività è stata svolta presso la Scuola di equitazione della Società Equestre, a Brasilia (Brasile).

Secondo il quotidiano La Vanguardia,  i responsabili dei bambini hanno proposto di dipingere un cavallo con i colori. Il povero animale finì con tutto il suo corpo e la faccia dipinta con carezze colorate di bambini.

Quello che è successo è venuto alle orecchie dell’Ordine degli Avvocati del Brasile (OAB), che condivideva la foto dell’animale nei loro social network, con un commento schietto:”Hanno avuto la brillante idea di mettere il cavallo come tela, dicendo che sarebbe un’attività educativa, ha detto che era un cavallo salvato, ma ciò non giustifica la malsana idea”, ha detto Ana Paula Vascocelos , al giornale O Globo.

Prima di questi commenti, il capo del marketing della Scuola di equitazione della Equestrian Society, Muriell Marques, ha risposto che il colore non è dannoso né per l’animale né per i bambini. “Il cavallo era calmo, non ero stressato”, ha aggiunto.

Dopo l’incidente, i pubblici ministeri brasiliani Environmental Institute (Ibama) sono accorsi sul posto per valutare l’animale e ora i responsabili devono presentare il progetto educativo che ha giustificato l’iniziativa, nonché una valutazione veterinaria del cavallo, in modo che il corpo possa dare un verdetto in merito.

Immagino che gli insegnanti non avessero intenzione di causare alcun danno al cavallo, ma anche così sembra un’idea molto pazza, e spero che i responsabili realizzino ciò che hanno fatto e non ripetano qualcosa del genere. I bambini non dovrebbero imparare a fare cose agli animali solo per il divertimento delle persone.