Come dimostriamo ai nostri cani di amarli

Quando si adotta un cane, alcune volte, ci si impiega un po’ di tempo per instaurare un rapporto vero e proprio durante i primi momenti passati insieme ma come il nostro amico a quattro zampe cerca di farci capire che effettivamente ci ama, anche noi dobbiamo riuscirci in qualche modo.

Una delle prime cose da notare è sicuramente il linguaggio del corpo, che ci aiuterà a capire cosa gli piace e cosa non sopporta e sotto questo aspetto i cani sono dei maestri. Ma questo, più che altro, potrebbe aiutare noi a capire loro ma la domanda, in questo caso, è un’altra: Come facciamo a far capire ai cani che gli vogliamo bene?

Beh, possiamo affermare che, per dimostrare il nostro affetto dobbiamo dare al cane una chiave di lettura. E questa chiave di lettura è l’educazione, l’addestramento. Attraverso l’educazione, il nostro cane impara a socializzare con il proprietario, con le altre persone e anche con gli altri cani.

Come abbiamo già anticipato la comunicazione è essenziale ai fini di un buon rapporto. I nostri cani ci dimostrano il loro affetto tramite i movimenti del corpo, con le loro azioni ma anche con le loro espressioni facciali. Anche noi possiamo far qualcosa per comunicare il nostro amore per loro e basta un semplice gesto: stare accanto a loro, perché i cani adorano la nostra presenza, li fa sentire bene e ovviamente amati.

La nostra semplice presenza è un fattore importantissimo che il cane sicuramente apprezza in quanto animale che odia profondamente la solitudine. Basti pensare che essere considerati da qualcuno fa sentire bene, da un senso di gratificazione e questo vale sia per noi esseri umani che per i cani.

Sembrerà quasi ovvio dirlo ma viziarli è un altro modo semplice per dimostrare che li amiamo. Però non tutto quello che per noi è sinonimo di affetto è percepito da loro allo stesso modo, ad esempio non vanno pazzi per gli abbracci, per i baci, per la troppa protezione che potrebbe portare a degli atteggiamenti sicuramente indesiderati.

Infine, regola di estrema importanza (che molto spesso viene dimenticata), bisogna ricordare e rispettare la loro natura.

Quando adottiamo un cane non dobbiamo vederlo come un bambino che necessita di tutte le cure e le attenzioni del mondo, ricordiamoci che è pur sempre un cane e bisogna trattarlo come tale.

Varie volte dimentichiamo che i cani non sono essere umani, hanno istinti che noi non abbiamo e quando li manifestano è un  male rimproverarli perché significherebbe reprimere la loro natura. Quindi dobbiamo ricordare che per amare basta poco, il rispetto e la presenza sono le cose che valgono di più.

Lascia un commento